Deputato Lega a Pontida insulta Mattarella: “Mi fa schifo”. Solidarietà Pd al Colle

Deputato Lega a Pontida insulta Mattarella: “Mi fa schifo”. Solidarietà Pd al Colle
Vito Comencini
15 settembre 2019

“Questo presidente della Repubblica, lo posso dire? Mi fa schifo. Mi fa schifo chi non tiene conto del voto del 34 per cento degli italiani”. Da Pontida, alla vigilia del raduno sul pratone con Matteo Salvini che avrebbe dovuto sancire nella sua road map l’inizio della corsa per palazzo Chigi e invece celebra il ritorno della Lega all’opposzione, arrivano insulti al presidente della Repubblica Sergio Mattarella da parte del 31enne deputato veneto del Carroccio Vito Comencini. Che hanno suscitato una immedisata ferma reazione da parte del partito democratico.

“Solidarietà al presidente Mattarella per i vergognosi e volgari attacchi lanciati da Pontida da chi dovrebbe rappresentare gli italiani…”, ha twittato il vicesegretario dem Andrea Orlando. “Sono certo che il Deputato della Lega Comencini sarà chiamato dalla magistratura a rispondere di vilipendio al Presidente della Repubblica, sempre che lui è il suo segretario Salvini non si scusino immediatamente e ritrattino”, ha dichiarato Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo Pd alla Camera. “A me fai schifo tu”, ha dichiarato il senatore Pd Davide Faraone pubblicando su Facebook il video nel quale il deputato della Lega attacca il presidente della Repubblica.

“Primo – sottolinea Faraone- perché insulti un grande galantuomo come Sergio Mattarella. Secondo perché dimostri di sconoscere la Costituzione e le nostre regole democratiche. Reazione rabbiosa di un cretino fortunatamente cacciato all`opposizione”. “L’attacco del leghista Comencini a Mattarella – ha dichiarato Stefano Pedica è gravissimo. Le sue parole si configurano come vilipendio al Capo dello Stato. Chieda scusa immediatamente al presidente o mi farò promotore di una denuncia per le gravissime offese. Basta con queste cialtronerie, il paese sta finalmente conquistando la fiducia persa con il passato governo e non se ne può più di ascoltare solo offese. Tutta la mia solidarietà al presidente Mattarella“, aggiunge.

Leggi anche:
Tangenti in Lombardia, arrestata Lara Comi. Gip: esperta a mascherare illeciti

CHI E’

Nato a Bussolengo nel veronese, l’onorevole della Lega Vito Comencini è nato l’11 ottobre del 1987. Di professione coltivatore diretto, ha il diploma di liceo Scientifico ed è consigliere comunale presso il Comune di Verona. “Questo Presidente della Repubblica, lo posso dire? Mi fa schifo” ha detto oggi dal palco dell’Assemblea dei giovani della Lega, in corso a Pontida “Mi fa schifo chi non tiene conto del voto del 34% degli italiani”, conclude.

COSA RISCHIA

Ma cosa rischia chi insulta il Presidente della Repubblica? Ecco cosa recita l’articolo 278 del Codice penale dal titolo ‘Offesa all’onore o al prestigio del Presidente della Repubblica’: “Chiunque offende l’onore o il prestigio del Presidente della Repubblica è punito con la reclusione da uno a cinque anni”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti