La Juve vince 3-0 a Bologna e resta in scia al Napoli

La Juve vince 3-0 a Bologna e resta in scia al Napoli
Il croato Mario Mandžukić attaccante della Juventus
17 dicembre 2017

La Juventus vince in scioltezza per 3-0 sul campo del Bologna in un match della 17esima giornata di Serie A scavalcando così l’Inter al secondo posto in classifica e restando in scia al Napoli capolista. Gli azzurri guidano con 42 punti, 1 in più dei bianconeri e due in più dei nerazzurri. Prestazione solida dei campioni d’Italia in carica che impongono ai rossoblù la legge del più forte e risolvono la pratica già nel primo tempo grazie alle reti di Pjanic e Mandzukic; nella ripresa arriva anche il tris di Matuidi. I felsinei non sono mai in partita e in classifica restano fermi a quota 21 in undicesima posizione. Sin dalle prima battute del match del Dall’Ara la squadra di Allegri conduce le danza, con i padroni di casa impegnati a chiudere gli spazi cercando di concedere il meno possibile. Ma i piani di Donadoni vengono rovinati al 27′ dalla punizione di Pjanic che porta in vantaggio la Juve. Sull’esecuzione del bosniaco c’è però un concorso di colpa di Mirante che arriva sul pallone ma non riesce a respingerlo.

Leggi anche:
Gwangju, Flamini-Minisini d'argento nel duo misto tecnico

Al 36′ arriva anche il raddoppio: lancio con il contagiri di Pjanic per Mandzukic, stop a seguire del croato e tiro vincente in diagonale. Nella ripresa il copione non cambia con la Juve che controlla in lungo e il largo la partita. Al 19′ arriva anche il terzo gol ad opera di Matuidi che firma il suo primo gol in Serie A. Alex Sandro crossa dalla sinistra ma trova l’opposizione di Helander che allontana di testa, il centrocampista francese arriva per primo sulla respinta e batte Mirante con un preciso sinistro al volo. Alla mezz’ora Allegri concede spazio a Dybala. L’argentino entra al posto di Mandzukic che esce zoppicando per un problema al polpaccio. Poco dopo proprio la ‘Joya’ sfiora il poker con un diagonale di sinistro sul quale è bravo Mirante a deviare in corner. Non succede più nulla fino al triplice fischio di Banti.

Leggi anche:
Tour: Van Aert brucia Viviani, Thomas e Bernal avanzano

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti