Sbloccati stipendi lavoratori teatro. Stancheris: anticipato somme necessarie

24 marzo 2014

“Nei momenti di crisi non ci si puo’ che affidare al primato della politica che ha permesso oggi di trovare una soluzione, momentanea ma adeguata, e di mettere in sicurezza il settore dei teatri siciliani che l’attuale Governo non ha mai penalizzato e non intende penalizzare. Con determinazione e coraggio, infatti, mi sono impegnata in prima persona per scardinare gli schemi della burocrazia prendendomi la responsabilita’ della decisione di pagare gli stipendi ai lavoratori”.

Lo afferma l’assessore allo Spettacolo della Regione Siciliana, Michela Stancheris, annuncia che, “nell’attesa della nuova manovra finanziaria, i teatri potranno continuare a restare aperti e a promuovere attivita’ culturali, e i lavoratori saranno pagati”. “Verranno anticipate le somme necessarie – spiega una nota -; tale soluzione, trovata in concerto con le sigle sindacali, consente il pagamento di circa due mensilita’ permettendo cosi’ ai lavoratori di attendere con maggiore serenita’ l’approvazione dei nuovi stanziamenti”.

Secondo l’assessore, “attuando senza timore la riforma del settore che passo dopo passo stiamo costruendo, e che prevede sia il Fondo Regionale per lo Spettacolo che la Riserva per gli Interventi Straordinari, si possano ottenere quei risparmi che la contingenza ci impone senza per questo fare macelleria sociale e intervenire troppo pesantemente sugli stipendi”.

 

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Tribunale, non fermare operatività impianti ex Ilva. Udienza per ricorso d'urgenza 27 novembre


Commenti