Coppa Italia, Fiorentina-Inter 1-2: decide Lukaku

Coppa Italia, Fiorentina-Inter 1-2: decide Lukaku
Romelu Lukaku
13 gennaio 2021

L’Inter ha raggiunto il Milan ai quarti di finale di Coppa Italia dopo aver battuto 2-1 la Fiorentina al Franchi dopo i tempi supplementari. Decisiva la rete di Lukaku al 119′ dopo che nei novanta minuti regolamentari al rigore di Vidal al 40′ aveva risposto Kouamé al 57′ con un destro sotto la traversa. L’ingresso di Hakimi e Lukaku ha cambiato il volto al match, e dopo gli errori di Lautaro e Hakimi è arrivato il colpo di testa vincente del belga quando mancano pochi secondi ai rigori. Non ce la fanno Borja Valero fra i viola e Sensi fra i nerazzurri. Negli undici di partenza li sostituiscono Bonaventura e Vidal. Prandelli con Kouamé punta unica, supportato da Castrovilli ed Eysseric. Conte schiera Eriksen come perno della linea di centrocampo a cinque, punte sono Lautaro e Sanchez. Non c’è un gran ritmo, l’Inter fa la partita di fronte a una Fiorentina attendista (anche troppo). Castrovilli, in ripiegamento, evita guai stendendosi sulla conclusione di Lautaro.

Poche azioni pericolose, la gara si infiamma nel finale di frazione. Eriksen calcia dal limite, Terracciano respinge a pugni uniti proprio verso Sanchez, il cileno tira e colpisce il palo e viene travolto dal portiere. Dopo revisione al Var è rigore per l’Inter, Vidal trasforma (40′). Subito dopo, rigore dato e revocato ai viola per un contatto Skriniar-Kouamé avvenuto dopo l’intervento del difensore sul pallone. A inizio ripresa match-ball per l’Inter sui piedi di Lautaro servito da Perisic, l’argentino sbaglia clamorosamente dal limite dell’area piccola. Pericolo scampato e la Fiorentina, fin qui passiva, emerge dal torpore e comincia a spingere con continuità. Prandelli inserisce Vlahovic (per Eysseric). Non ci vuole molto ai viola per raddrizzare il risultato. Al 57′, su corner, si accende una mischia in area, corta respinta e botta al volo di Kouamé sotto la traversa. Partita ora a viso aperto. Conte ‘chiama’ Lukaku (staffetta con Lautaro) e Hakimi (per Young) e i neoentrati confezionano una bella occasione che il laterale manda di pochissimo a lato con un pregevole tocco d’esterno.

Sanchez non riesce a deviare adeguatamente sul traversone basso di Perisic che attraversa tutto lo specchio della porta. Poi tocca ad Handanovic esibirsi sulla sassata di Bonaventura. Si va ai supplementari. Il primo squillo è per gli ospiti, con la traversa scheggiata da Perisic (93′) con un tirocross dopo la respinta di Terracciano sul fendente di Eriksen. Tocca ancora a Terracciano salvare i suoi sul colpo di testa di Sanchez. Il portiere viola evita la capitolazione a 5′ dal termine, quando intercetta di piede la schiacciata di testa ravvicinata di Lukaku. Ma il belga si rifà al 119′: cross di Barella da destra, difesa assente e incornata sotto la traversa. E’ il match-point che vale i quarti.

Leggi anche:
Sanzioni Cio, Malagò: situazione drammatica, ma ancora risolvibile
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti