Golf, big del green rincorrono sogno olimpico

Golf, big del green rincorrono sogno olimpico
25 luglio 2019

All’inizio dei Giochi di Tokyo 2020, sponda golf, mancano ancora 371 giorni, ma la corsa alla qualificazione per i big del green e’ pronta ad entrare nel vivo. Dalle assenze di Rio 2016 alla presenza massiccia in Giappone. I big mondiali hanno gia’ dichiarato a piu’ riprese l’intenzione di giocare il grande appuntamento che prendera’ il via il 30 luglio 2020. I primi ad andare in scena saranno gli uomini. Mentre dal 5 agosto tocchera’ alle regine del green. Sul percorso del Kasumigaseki Country Club, a Kagowe, si assegneranno due titoli, uno maschile e uno femminile, dopo 72 buche (formula stroke-play), proprio come accade settimanalmente sui piu’ importanti circuiti americani ed europei. Saranno 120 i protagonisti in campo: 60 uomini e altrettante proette (visto il field ridotto non sara’ previsto il taglio a meta’ gara).

La qualificazione sara’ stabilita secondo gli stessi criteri adottati per Rio 2016 – con la campagna brasiliana che ha segnato il ritorno ai Giochi 112 anni dopo l’ultima volta (St.Louis 1904 fu l’ultima edizione del golf olimpico prima di Rio) – ovvero in base all’ordine di merito mondiale. I primi 15 classificati – con un massimo di 4 per nazione – staccheranno il pass automaticamente. Per quel che riguarda gli altri, si qualificheranno i primi due per nazione, a patto che non rientrino gia’ nei primi 15. Un sistema che, stavolta, potrebbe penalizzare le potenze del golf con tanti atleti competitivi, su tutte Stati Uniti e Gran Bretagna. Attualmente gli americani, in campo maschile, stanno dominando le classifiche mondiali con 10 player tra i primi 15.

Con Koepka (leader del world ranking) e Dustin Johnson oggi si qualificherebbero anche Tiger Woods – che ha gia’ manifestato la grande voglia di scendere in campo a Tokyo – e Bryson DeChambeau, rispettivamente al quinto e settimo posto. Justin Rose (Gran Bretagna) difendera’ il titolo conquistato nel 2016 mentre lo svedese Henrik Stenson (Svezia) provera’ a prendersi la rivincita dopo l’argento in Brasile. L’Italia e’ pronta a sognare con Francesco Molinari ma sono tanti gli azzurri in lizza per l’appuntamento con la storia a cinque cerchi. Il Giappone (in qualita’ di paese ospitante) avra’ diritto a 2 posti, uno per il torneo maschile (dove la star nipponica Hideki Matsuyama e’ sicura del posto) ed uno per quello femminile. Le qualificazioni termineranno il 22 giugno 2020 ma per i fenomeni del green arrivare sul tee di partenza del Kasumigaseki Country Club di Saitama, vista la concorrenza, non sara’ per nulla facile.

Leggi anche:
Tokyo 2020, tiro a volo: Diana Bacosi argento nello skeet
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti