Gp Italia, vince Ricciardo. Fuori Hamilton e Verstappen

Gp Italia, vince Ricciardo. Fuori Hamilton e Verstappen
Daniel Ricciardo
12 settembre 2021

Daniel Ricciardo ha vinto il GP d`Italia, quattordicesima prova del Mondiale di F1. L`australiano della McLaren, ottava vittoria della carriera, ha preceduto il compagno di squadra Lando Norris. Il podio lo ha completato Valtteri Bottas in rimonta, dopo essere partito dal fondo della griglia. Il finlandese ha approfittato della penalizzazione di Sergio Perez che è così retrocesso al quinto posto con la Red Bull targata Honda. Max Verstappen e Lewis Hamilton, fuori entrambi per un contatto di gara dopo le soste ai box. Il britannico si stava prendendo la posizione ai box dopo il pit lento dell`olandese, che ha provato il tutto per tutto per mettere la RB16B davanti alla freccia nera del rivale.

Ne è scaturita una collisione che ha portato al ritiro entrambi, cosa che consente a Max di mantenere 3 punti di vantaggio nel mondiale. La Ferrari chiude con il quarto posto di Charles Leclerc ed il sesto di Carlos Sainz, al termine di una corsa in cui il ritmo non era così male, ma dove la mancanza di potenza si è fatta sentire. Settima l`Aston Martin di Lance Stroll, davanti all`Alpine di Fernando Alonso. Ancora a punti George Russell sulla Williams, mentre Esteban Ocon chiude la top ten. La McLaren torna a fare doppietta in Formula 1 dopo dieci anni: l’ultimo 1-2 della scuderia britannica prima di oggi risaliva infatti al GP del Canada del 2010. Prossimo appuntamento a Sochi tra due settimane.

Ricciardo: “Andavo piano apposta, li ho sorpresi”

“We won! Woooaaaaa, we won!” urla Daniel Ricciardo nel Team Radio con la sua McLaren mentre sta per vincere il Gp d’Italia a Monza. “Posso dire una parolaccia? Ah no?! Ok, beh, però era ora… Il momento cruciale è stato la partenza, ha funzionato bene per me, però anche con una buona partenza non potevo avere garanzia di vincere. Ho solo cercato di tenere giù il piede per tutto il GP, è andata bene”. Poi ha spiegato come è nata la sua ottava vittoria in F1: “Sentivo da venerdì che c`era qualcosa dentro di me di positivo, mi aspettavo qualcosa di buono, era una sensazione. Il segreto? È che ho fatto finta di andare piano per tutto l`anno, così stavolta li ho sorpresi… Scherzi a parte, dopo la pausa estiva ho cominciato a ritrovarmi, è andata bene, per tutto il team credo sia un risultato straordinario”. Prima di rivolgersi ai tifosi in tribuna, parlando in italiano: “Speravo ci fosse una Ferrari sul podio, ma comunque vi dico che c`è un nome italiano in cima a tutti”. E dalle tribune è arrivato un altro boato.

Leggi anche:
Leicester-Napoli 2-2, doppietta di Osimhen

Hamilton accusa Verstappen che replica: sono stato corretto

Lewis Hamilton racconta la sua versione dell’incidente con Max Verstappen, che ha messo fuori gioco a metà gara i due protagonisti del Mondiale. “Avevo lasciato spazio all’esterno, stavo prendendo curva 1 e 2 e ha perso il controllo – ha detto Hamilton a Sky -. Ha preso il volo ed è passato sopra la mia testa. E’ stato un gesto opportunistico da parte sua, sapeva che ci saremmo scontrati. Sento dolore al collo, fortunatamente c’era l’halo. Stavo facendo una bella gara, ero in lotta per la vittoria. E’ deludente non completare la gara, sono state tre settimane difficili”.

L’olandese replica: “Fino al momento del contatto era stata una gara fantastica – ha spiegato Max a Sky Sport -. Abbiamo avuto un problema ai box, quindi siamo rientrati vicini a curva 1, Lewis mi ha spinto all’esterno in frenata. Mi ha spinto ancora, non c’era più margine per fare la curva. Mi sono alzato con il posteriore dopo aver toccato il cordolo e ci siamo scontrati, dobbiamo collaborare per fare la curva. Da parte mia ho fatto tutto corretto, sono le corse e sono tranquillo. Siamo entrambi fuori, se uno l’avesse passata liscia sarebbe stato peggio. Cerchiamo sempre di combattere, ma serve collaborazione da parte di entrambi per fare la curva e oggi non c’è stata”.

Leggi anche:
Coppa Italia, il Palermo approda agli ottavi

L’incidente alla prima variante è sotto investigazione dai commissari del Gran Premio d’Italia. La Red Bull dell’olandese ha preso un cordolo volando sopra la Mercedes dell’inglese illeso grazie all’halo, la protezione per il posto guida dei piloti introdotta dalla Fia 4 anni fa dopo l’incidente mortale di Jules Bianchi nel Gran Premio del Giappone 2014.

Classifica piloti

Questa la classifica Piloti del Mondiale di Formula 1: 1 Max Verstappen (Red Bull) – 226,5 2 Lewis Hamilton (Mercedes) – 221,5 3 Valtteri Bottas (Mercedes) – 141 4 Lando Norris (McLaren) – 132 5 Sergio Perez (Red Bull) – 118 6 Charles Leclerc (Ferrari) – 104 7 Carlos Sainz (Ferrari) – 97,5 8 Daniel Ricciardo (McLaren) – 83 9 Pierre Gasly (AlphaTauri) – 66 10 Fernando Alonso (Alpine) – 50 11 Esteban Ocon (Alpine) – 45 12 Sebastian Vettel (Aston Martin) – 35 13 Lance Stroll (Aston Martin) – 24 14 Yuki Tsunoda (AlphaTauri) – 18 15 George Russell (Williams) – 15 16 Nicholas Latifi (Williams) – 7 17 Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) – 2 18 Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo).

Classifica costruttori

Questa la classifica Costruttori del Mondiale di Formula 1: 1 Mercedes – 362,5 2 Red Bull – 344,5 3 McLaren – 215 4 Ferrari – 201,5 5 Alpine – 95 6 AlphaTauri – 84 7 Aston Martin – 59 8 Williams – 22 9 Alfa Romeo.

Leggi anche:
In arrivo nelle sale "West Side Story", diretto da Spielberg

Calendario del Mondiale di F1

Calendario del Mondiale di F1 e i vincitori dei Gp: 28 marzo – Bahrain (Sakhir): HAMILTON (Mercedes) 18 aprile – Italia (Imola): VERSTAPPEN (Red Bull) 2 maggio – Portogallo (Portimao): HAMILTON (Mercedes) 9 maggio – Spagna (Barcellona): HAMILTON (Mercedes) 23 maggio – Monaco (Monaco): VERSTAPPEN (Red Bull) 6 giugno – Azerbaigian (Baku): PEREZ (Red Bull) 20 giugno – Francia (Le Castellet): VERSTAPPEN (Red Bull) 27 giugno – Austria (Spielberg): VERSTAPPEN (Red Bull) 4 luglio – Austria (Spielberg): VERSTAPPEN (Red Bull) 18 luglio – Gran Bretagna (Silverstone): HAMILTON (Mercedes) 1 agosto – Ungheria (Budapest): OCON (Alpine) 29 agosto – Belgio (Spa) – VERSTAPPEN (Red Bull) 5 settembre – Olanda (Zandvoort) VERSTAPPEN (Red Bull) 12 settembre – Italia (Monza) – RICCIARDO (McLaren) 26 settembre – Russia (Sochi) 10 ottobre – Turchia (Istanbul) 24 ottobre – Stati Uniti (Austin) 7 novembre – Messico (Città del Messico) 14 novembre – Brasile (San Paolo) 21 novembre – Sede da indicare 5 dicembre – Arabia Saudita (Jeddah) 12 dicembre – Abu Dhabi (Yas Marina)

 

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti