Gp Spagna, vince Hamilton su Verstappen: “Il duro lavoro ripaga”

Gp Spagna, vince Hamilton su Verstappen: “Il duro lavoro ripaga”
Lewis Hamilton
9 maggio 2021

Lewis Hamilton vince il Gran Premio di Spagna sul circuito del Montmelò in Catalogna dopo una battaglia fantastica con Max Verstappen. La leadership del Mondiale di Formula Uno resta in pugno al campione in carica ma, ancora una volta, il pilota Red Bull si conferma osso duro per la conquista del titolo iridato. Nota di merito alla Ferrari che, in particolare con Leclerc, ha condotto una super gara fino a sfiorare il podio. Bene la Ferrari, con Leclerc 4° e Sainz 7°. Subito fuori Tsunoda per un problema all’Alpha Tauri. Il Mondiale torna tra due settimane a Monaco.

La gara vive sul sorpasso di Verstappen a Lewis Hamilton in staccata subito dopo partenza. La strategia del pilota Red Bull che lascia l’avversario scattare in avanti, preservare le gomme e poi iniziare a martellare alzando il ritmo dei giri. Al 42° giro il divario tra i due piloti è di 0.881. Poco dopo Hamilton decide per il rientro ai box e il cambio delle gomme. Monte di nuovo le gialle, tenta il tutto per tutto. “Con questo ritmo ti raggiunge all`ultimo giro” è il messaggio del team radio a Verstappen. Al giro 60 Hamilton si avvicina a Verstappen. Gli è addosso, questione di decimi. Se li fa bastare e poco dopo piazza l’affondo decisivo.

Leggi anche:
Verstappen vince con un sorpasso al penultimo giro. Male Ferrari

Hamilton-Verstappen

Vittoria in rimonta per Lewis Hamilton che si conferma il numero uno del circus, bravo a sfruttare al meglio i due pit stop riuscendo a sorpassare nei giri finali la Red Bull di Max Verstappen: “Il duro lavoro sta ripagando, la partenza è stata al limite perché c’era tanto sporco sulla destra e la Red Bull è partita bene. Pensavo di dover far durare le gomme per attaccare, poi ho dovuto recuperare tanto dopo la sosta”. “Bello vedere i tifosi, mi sento alla grande dopo questa gara. La strategia mi ha aiutato, non era quella prevista ma sapevamo di poter fare due soste. Una volta che ho capito di avere il passo ero in conflitto con me stesso sulla seconda sosta, ma sapevo per esperienza che era difficile andare alla fine con un solo pit stop” le parole del sette volte campione del mondo.

Delusione per Max Verstappen, secondo al traguardo al termine di una gara che poteva regalargli il successo: “Per certi versi mi aspettavo questo finale, quando ho messo le medie ho capito di non poter fare di più anche perché poi Hamilton ha fatto un’altra sosta. Lì ho capito che era finita, ogni giro si avvicinava sempre più. Oggi loro avevano più passo di noi, se avessimo fatto un’altra sosta non so se li potevamo prendere, io ho dato il massimo” conclude Verstappen.

 

Leggi anche:
Berrettini vince al Queen's: "E' il trofeo più bello"

Leclerc-Sainz

Podio sfumato a Barcellona per Charles Leclerc, che dal primo all’ultimo giro del GP di Spagna ha sperato e lottato a denti stretti per conquistare il terzo posto. Il monegasco è quarto al traguardo, ma per lui una prestazione super che fa ben sperare in vista del GP di Montecarlo: “Abbiamo fatto la gara perfetta, non ci sono stati errori e la strategia è stata perfetta. In partenza ho visto l’opportunità di sorpassare Bottas sulla sinistra ed è andata bene”. “Con le medie ho avuto un buon passo, ho gestito e sinceramente dico che ho sperato di andare sul podio. Mi davano i tempi di Ricciardo, ma io volevo sapere solo quelli di Bottas. Ci ho provato, non ci sono riuscito ma sono contento lo stesso. Sono migliorato rispetto al passato, continuo a lavorare e spero nel podio- ha spiegato il monegasco-. Nonostante non siano arrivati podi, quest’anno siamo messi meglio rispetto alla scorsa stagione quando abbiamo raccolto a volte risultati fortunati. Monaco? Proveremo a conquistare il podio”.

Stato d’animo diverso, nonostante il settimo posto, per Carlos Sainz. Il pilota castigliano infatti si è detto contrariato per la brutta partenza che gli ha fatto perdere sin da subito due posizioni: “La partenza non è stata buona, potevo fare qualcosa di più ma ho sentito di aver perso qualcosa. La macchina oggi era facile da guidare, si comportava bene e potevamo fare bene. Manca ancora un po’ di velocità nel rettilineo, se fai una brutta partenza non c’è modo di rimontare”. “Devo migliorare le partenze, i pit e le strategie di oggi sono state perfette. La macchina era ben bilanciata, siamo stati forti e potevamo fare top 5. Speriamo di essere così veloci anche a Monaco” le parole di Sainz.

Leggi anche:
Gp Germania, Zarco in pole position sul Sachsenring
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti