Il Conte 2 approva Dl agosto ma “salvo intese”. Per le norme quindi si vedrà

Il Conte 2 approva Dl agosto ma “salvo intese”. Per le norme quindi si vedrà
Giuseppe Conte
7 agosto 2020

Misure per 25 miliardi, tutti in deficit, che rappresentano l’ultimo tassello del pacchetto da 100 miliardi di euro di decreti varati dal governo per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Con interventi come la proroga della cig e dello stop ai licenziamenti, lo sconto contributivo per le imprese del Mezzogiorno, risorse per un miliardo nel biennio per la ripartenza della scuola e nuovi rinvii fiscali. Il decreto Agosto è stato approvato dal Consiglio dei ministri ma, ancora una volta, “salvo intese”.

In pratica, di nuovo un decreto legge approvato nel titolo, poi per le norme – tantissime – si vedrà. In sostanza, si gioca sulla vita degli italiani con 25 miliardi sui quali il Conte 2 fatica a trovare l’accordo. “Sono pienamente soddisfatto di tutti i miei ministri – ha detto il premier Giuseppe Conte – non è avvertita nessuna esigenza di rimpasto, è una formula un po’ logora, siamo concentrati, abbiamo un’occasione storica” sul rilancio del Paese “e non possiamo non rimanere concentrati sulle misure per investimenti e riforme strutturali”. “Con i ministri ci siamo detti che ci concederemo qualche giorno di distrazione ma anche questo mese di agosto saremo tutti concentrati per questo obiettivo” ha aggiunto. E così il governo Conte licenzia il decreto Agosto e non sarà possibile conoscerne il testo definitivo.

Girano le bozze, come al solito, ma il testo che dovrà essere recapitato al Quirinale dovrà aspettare un po’. Ormai è una costante, ci vorranno altre riunioni, nuovi vertici, la consueta sarabanda. Un via libera, quello di Palazzo Chigi, che arriva dopo una serrata trattativa finale iniziata martedì e con le ultime norme chiuse solo nel pomeriggio di oggi come la sanatoria concessioni delle spiagge. Non dovrebbe entrare nel testo il bonus ristoranti mentre il meccanismo del cashback dovrebbe scattare da novembre. Da capire come sarà formulata poi la norma sugli invcentivi per i ristoranti che acquistano prodotti made in Italy. Di seguito le principali misure del decreto all’esame del Cdm e ovviamente suscettibili di modifiche, come detto.

Leggi anche:
Presidente Svizzera da Conte: accordo su frontalieri entro 2020

PROROGA STOP LICENZIAMENTI CON 18 SETTIMANE CIG

Per prorogare lo stop ai licenziameti arrivano altre 18 settimane di Cassa integrazione Covid-19 da utilizzare tra il 13 luglio e il 31 dicembre. Per le ultime 9 settimane sono previste due aliquote del 9% o del 18% “sulla base del raffronto tra il fatturato aziendale del primo semestre 2020 e quello del corrispondente semestre 2019”, ma il contributo non è dovuto se con una riduzione del fatturato pari o superiore al 20% e per le nuove imprese.

SGRAVIO 30% CONTRIBUTI PER IMPRESE DEL SUD

Per le imprese del mezzogiorno arriva uno uno sgravio pari al 30% sui contributi pensionistici di tutti i dipendenti per il periodo ottobre-dicembre.

PROROGA CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO

Fino a fine anno è possibile rinnovare o prorogare per un massimo di 12 mesi e per una sola volta i contratti a tempo determinato anche in assenza di causale, ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi.

RINNOVO UNA TANTUM DEL REM

Il rinnovo del Rem in una unica soluzione, ammonterà in una quota ‘una tantum’ tra 400 e 800 euro, a seconda del nucleo familiare.
Nel calcolo dell’ammontare, la misura ricalca infatti quanto già previsto nel dl Rilancio.

PAGAMENTO 50% TASSE SOSPESE ENTRO L’ANNO POI 24 RATE

Il 50% dei versamenti e dei contributi sospesi a marzo, aprile e maggio dovranno essese saldati entro il 16 settembre in un’unica soluzione o in quattro rate mentre il restante può essere spalmato in 24 rate a partire da gennaio 2021.

Leggi anche:
Reddito di cittadinanza, ora i percettori dovranno lavorare per i Comuni e per le imprese

500 MLN IN PIU’ PER FONDO COMPETENZE

Viene aumentata di 500 milioni di euro per il biennio 2020-21 la dotazione del Fondo Nuove Competenze.

RIFINANZIATO FONDO GARANZIA PMI

rifinanziato per complessivi 7,8 miliardi di euro per il triennio 2023-25 il Fondo di Garanzia per le Piccole Medie Imprese.

PROROGATA MORATORIA PRESTITI E MUTUI

Prorogata fino al 31 gennaio 2021 la moratoria su prestiti e mutui per le Pmi. Il termine, originariamente fissato al 30 settembre 2020, viene esteso fino al 31 marzo 2021 per le imprese del comparto turistico.

500 MLN PER INCENTIVI AUTO A BASSE EMISSIONI

In arrivo 500 milioni per il potenziamento degli incentivi per l’acquisto di auto a basse emissioni e per l’installazione di colonnine di ricarica mentre sale di 250 euro l’incentivo per l’acquisto di auto nella fascia di emissioni 61-90 grammi CO2/km (sostanzialmente ibride e euro 6 meno inquinanti).

FONDO 1,5 MLD PER CAPITALIZZAZIONE IMPRESE DI STATO

Istituito un fondo di 1,5 miliardi di euro per il rafforzamento patrimoniale di società controllate dallo Stato, con aumenti di capitale o forme alternative di patrimonializzazione.

DIFFERITA AL 15/10 RIPRESA RISCOSSIONE

Differiti dal 31 agosto al 15 ottobre 2021 i termini per la ripresa della riscossione fiscale dopo la sospensione dei termini dei versamenti da cartelle di pagamento e dagli avvisi esecutivi sulle entrate tributarie.

AUMENTANO FONDI PER REGIONI E ENTI LOCALI

Il fondo per l`esercizio delle funzioni degli enti locali aumenta di 1,67 miliardi per il 2020 (1.220 milioni per i comuni e 450 milioni per le province e le città metropolitane) mentre quello per l`esercizio delle funzioni delle regioni e delle province autonome sale di 2,8 miliardi per il 2020 (1,6 miliardi per le Autonomie speciali e 1,2 per le Regioni a statuto ordinario).

Leggi anche:
Aumentano le bollette luce e gas. Codacons: "Una batosta per gli italiani"

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER ESERCIZI CENTRI STORICI

Un fondo per garantire un contributo a fondo perduto alle attività commerciali dei centri storici delle città d’arte che abbiano registrato un calo del fatturato del 50%.

SALE BONUS BABY SITTER PER OPERATORI SANITARI

Aumenta a 236 milioni il tetto di spesa, previsto nel dl Cura Italia, per il bonus baby sitter per medici e infermieri, tecnici e operatori sociosanitari.

INDENNITA’ 1000 EURO PER GLI STAGIONALI NEL TURISMO

In arrivo l’esonero dei contributi previdenziali nel settore turistico e degli stabilimenti termali per assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale ma “sino ad un massimo di tre mesi”. Per gli stagionali che hanno perso il lavoro durante il lockdown arriva poi un’indennità onnicomprensiva pari a 1000 euro.

PROROGA ESENZIONE TOSAP E COSAP

Prorogato l`esonero di TOSAP e COSAP dal 31 ottobre fino al 31 dicembre 2020 per le attività di ristorazione danneggiate dall`emergenza Covid.

SANATORIA SU CONCESSIONI SPIAGGE

I contenzioni sulle concessioni delle spiagge potranno essere sanati versando il 30% del dovuto in un’unica soluzione o il 60% a rate fino a 6 anni.

ARRIVA LA CIG PER LAVORATORI AIR ITALY

Arriva la Cassa integrazione Covid-19 per i lavoratori AirItaly. Alla compagnia in liquidazione viene estesa la possibilità prevista dai precedenti provvedimenti per altre categorie. Il trattamento di integrazione salariale viene corrisposto direttamente dall’Inps.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti