Referendum e amministrative, si pensa a election day 13 e 14 settembre

Referendum e amministrative, si pensa a election day 13 e 14 settembre
21 maggio 2020

Election day il 13 e 14 settembre. E’ l’ipotesi avanzata dal governo e contenuta in un emendamento della relatrice al dl elezioni, Anna Bilotti, presentato in commissione Affari Costituzionali alla Camera. L’emendamento prevede infatti che si svolgano contestualmente le consultazioni per il referendum costituzionale, per le comunali e per le regionali, dalle 7 alle 23 della domenica e dalle 7 alle 15 del lunedì.

Contestualmente nella giornata di lunedì, si legge nel testo “appena completate le operazioni di votazione e quelle di riscontro dei votanti per ogni consultazione, si procede, in ordine, allo scrutinio delle elezioni politiche suppletive, a quello del referendum confermativo e successivamente, senza interruzione, a quello relativo alle elezioni regionali. Lo scrutinio delle elezioni amministrative è rinviato alle ore 9 del martedì dando la precedenza alle elezioni comunali e poi a quelle circoscrizionali”. Altra novità riguarda la raccolta delle firme per la presentazione delle liste e della candidature che è “ridotto della metà”. La commissione si riunirà di nuovo martedì ma prima di dare l’ok a questi emendamenti, viene spiegato da fonti di maggioranza, si cercerà il consenso delle regioni. “C’è questa eventualità ma non è solo una questione del governo che decide va concordata anche con le regioni e con le forze parlamentari. deve essere condivisa quanto più possibile”, ha dichiarato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Leggi anche:
La seconda ondata del virus scuote il governo. Il Pd avverte: intollerabili distinguo
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti