Trump: “L’America al primo posto”. Decreto per difendere Made in Usa

19 aprile 2017

“I posti di lavoro devono essere offerti prima ai lavoratori statunitensi”. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha così annunciato il proprio ordine esecutivo che avrà l’obiettivo di modificare il programma per l’assegnazione dei visti H-1B, che permettono alle aziende statunitensi di assumere lavoratori stranieri che abbiano competenze in settori specifici; si tratta di un visto molto utilizzato dalle società hi-tech, ma che sarebbe stato usato per assumere lavoratori stranieri per posti di lavoro con salari medio-bassi, a scapito degli statunitensi. “Con questa azione, stiamo mandando un segnale potente al mondo. Finalmente mettiamo l’America al primo posto” ha detto Trump, parlando da una fabbrica di Kenosha, in Wisconsin.

Secondo Trump, le aziende hanno abusato del programma per assumere personale straniero non specializzato, meno costoso di quello statunitense; il programma per i visti H-1B, secondo l’amministrazione attuale, deve tornare al suo obiettivo originario, cioè quello di portare negli Stati Uniti lavoratori specializzati. L’ordine esecutivo non modifica il sistema, ma darà mandato ai dipartimenti del Lavoro, di Giustizia, della Sicurezza interna e di Stato di riesaminare il programma, identificare gli “abusi e le frodi” e “proteggere i lavoratori”. L’ordine esecutivo chiede inoltre maggiori tutele per i prodotti statunitensi, in modo da attuare e tutelare il “Buy American, Hire American”, ovvero sostenere il ‘Made in Usa’ e l’assunzione di lavoratori statunitensi. “Grazie alla mia azione” ha detto Trump, “vedremo di più la scritta ‘Made in Usa’ sui prodotti”. Il presidente ha poi definito l’Organizzazione mondiale del commercio “uno dei nostri disastri”.

Leggi anche:
Meloni: Covid mangatoia per circuiti della sinistra, i pm dove sono?
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti