Verstappen vince con un sorpasso al penultimo giro. Male Ferrari

Verstappen vince con un sorpasso al penultimo giro. Male Ferrari
Max Verstappen
20 giugno 2021

Max Verstappen ha vinto il GP di Francia, settima prova del Mondiale di F1. L`olandese della Red Bull ha preceduto la Mercedes di Lewis Hamilton e l’altra Red Bull di Sergio Perez. Ora nel Mondiale ha 12 punti di vantaggio su Hamilton. Gara difficile per le Ferrari, apparse senza ritmo: Carlos Sainz ha chiuso 11°, Charles Leclerc 16°. Il sorpasso decisivo nel GP di Francia a due giri dalla fine, con Hamilton che ha portato le gomme dure fino al termine della loro vita, mentre la Red Bull, con una strategia a due soste, ha gestito splendidamente il GP.

Molto emozionante lo start, con Verstappen in fallo in curva 1: l`olandese (questo l`unico neo della sua gara) è andato lungo e Hamilton ne ha ovviamente approfittato per portarsi al comando. Bottas e Perez hanno mantenuto la posizione e dietro di loro ugualmente Sainz seguito da Gasly, mentre Leclerc, inizialmente passato da Alonso, si è subito ripreso infilando lo spagnolo per il 7° posto. Il gioco della gestione gomme decisivo: Verstappen ha gestito la prima posizione senza dare ad Hamilton possibilità di un attacco.
A 20 giri dalla fine, l’olandese, dopo aver guadagnato 2 secondi su Hamilton, con un po` di degrado sulle gomme anteriori, ha anticipato la sosta per montare le medie. Verstappen, con gomme fresche, ha rimontato giro dopo giro, ma soprattutto è stato bravo a non esagerare con l`usura. Perché Hamilton, a quel punto senza più alternative, si è giocato il tutto per tutto restando fuori con le sue dure. Riuscendo a farsi passare da Verstappen solo al penultimo giro.

Leggi anche:
Tokyo 2020, Testa battuta in semifinale: è bronzo

Verstappen

“Verso la fine mi sono divertito! All’inizio è stato super difficile là fuori con il vento. Un giro avevi equilibrio, poi il giro successivo scivolavi ovunque. Davvero difficile mantenere stabile la vettura. Una volta effettuato il primo pit stop, si vedevano chiaramente le gomme dure, mi stavano spingendo forte da dietro”. Così Max Verstappen commenta il successo nel Gp di Francia che lo rilancia al vertice del Mondiale di F1.

“Quando abbiamo chiamato per fare due soste – continua – fortunatamente è stato ripagato, ma abbiamo dovuto lavorare sodo per ottenerlo. Molto gratificante. E’ stato difficile perché c’erano molti doppiaggi da fare, ma siamo stati in grado di lottare fino alla fine”. Sul lungo all’avvio dice: “Ho appena perso il posteriore [all’inizio], quindi ho solo cercato di correggerlo. Per tutta la gara io e Lewis abbiamo combattuto l’uno contro l’altro, quindi sarà così per il resto della stagione”.

Perez

Sorride anche Sergio Perez, terzo al traguardo: “Era importante rimanere tra i primi. I primi cinque-10 giri la macchina era abbastanza inguidabile con il vento. Oggi stavamo correndo meno carico aerodinamico, quindi è stato difficile tenere il passo, ma poi la pista stava migliorando e ho iniziato a recuperare e alla fine siamo riusciti ad andare abbastanza lunghi, quindi penso che abbia pagato. Abbiamo fatto una grande gara e una grande strategia da parte della squadra. Sono felice che [Verstappen] abbia vinto la gara oggi e abbia ottenuto buoni punti per la squadra”.

Hamilton

“Congratulazioni a Max, hai fatto un ottimo lavoro oggi, hanno avuto la forza migliore per tutto il fine settimana”. Così Lewis Hamilton, secondo al traguardo, al termine del Gp di Francia, settima prova del mondiale di Formula1. “Considerando che abbiamo avuto un venerdì così difficile – continua – sono davvero contento del risultato di oggi, ovviamente non abbiamo vinto ed eravamo in testa, ma alla fine non avevo più gomme quindi purtroppo ho perso la posizione ma è stata comunque una buona gara. Dobbiamo trovare un ritmo che è sicuro. La maggior parte del tempo che abbiamo perso oggi è stato sui rettilinei. Dobbiamo scavare a fondo e scoprire dove si trova se si tratta di potenza o resistenza. Abbiamo ancora una buona pacchetto e non sono sicuro di come abbiamo perso la posizione oggi”.

Leggi anche:
Tokyo 2020, Testa battuta in semifinale: è bronzo

Sulla gomma dice: “Non sapevamo quanto sarebbe stato forte [l’undercut]. Ciò che è stato sorprendente è stato l’esaurimento di quella gomma anteriore all’inizio della gara. Ovviamente avevano una buona strategia e ha funzionato bene per loro. [Max] era già abbastanza avanti e l’unica opzione era stare fuori il più a lungo possibile e sperare che le gomme tengano insieme”.

Leclerc

“Qualcosa non ha funzionato. Abbiamo avuto graining quindi dobbiamo capire se dipende dal surriscaldamento delle gomme. Le pressioni più alte date dalla Pirelli? Potrebbe essere la causa ma dobbiamo analizzare bene la prestazione”. La delusione Ferrari è espressa dalle parole del team Manager Mattia Binotto. Tanta delusione anche per Carlos Sainz, arrivato ai margini della top 10, undicesimo: “Non ci aspettavamo di fare questa prestazione, al venerdì il passo non era male, oggi invece sul finale eravamo 2 secondi più lenti degli altri – commenta laconico lo spagnolo – Non è un problema nuovo, soffriamo nel passo gara fin dal Bahrein, bisogna capire in fretta le cause”.

Condivide il punto di vista del compagno di squadra Charles Leclerc, giunto 16° al traguardo dopo aver cercato una soluzione provando la seconda sosta: “Oggi molto difficile, toccherà analizzare e capire perché abbiamo avuto tutti questi problemi. Ho provato di tutto ma abbiamo consumato le gomme troppo velocemente – commenta il monegasco che poi aggiunge – Non riusciremo a risolvere il problema in breve tempo, dobbiamo migliorare quest`anno per essere competitivi il prossimo anno.

Leggi anche:
Tokyo2020, Quadarella bronzo negli 800 sl di nuoto
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti