Fmi taglia stima Pil Italia, il Paese non cresce

Fmi taglia stima Pil Italia, il Paese non cresce
15 ottobre 2019

Il Pil italiano restera’ fermo quest’anno per poi crescere dello 0,5% nel 2020. La stima e’ contenuta nel World economic outlook del Fondo monetario internazionale che ha tagliato rispettivamente dello 0,1 e dello 0,3% le previsioni contenute nell’aggiornamento di luglio. La revisione al ribasso, si legge nel Rapporto, “e’ dovuta all’affievolimento dei consumi privati, al minor stimolo fiscale e al piu’ debole ambiente esterno”.

A preoccupare i tecnici dell’istituto di Washington e’ anche il livello del debito pubblico italiano. “Impegnarsi in modo credibile a mettere il debito su una traiettoria discendente nel medio termine”, sottolinea il Weo, “e’ particolarmente cruciale in Italia, dove il debito e le necessita’ di finanziamento sono ampie”. Nonostante il rallentamento dell’occupazione il mercato del lavoro italiano dovrebbe comunque continuare a tenere. La disoccupazione, stima il Fondo, dovrebbe ulteriormente calare all’8,6% quest’anno e all’8,4% il prossimo dal 9,1% del 2018. Sempre fredda l’inflazione stimata allo 0,7% nel 2019 e all’1% nel 2020. La bilancia delle partite correnti dovrebbe invece registrare un avanzo del 2,9% del Pil in entrambi gli anni.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Colpo di scena al processo Cucchi, giudice si astiene: sono ex cc


Commenti