Il Milan è cantiere aperto e l’imperativo è vendere

Il Milan è cantiere aperto e l’imperativo è vendere
Merih Demiral
19 luglio 2019

Tre giocatori acquistati, 48 milioni di euro spesi, la rinuncia all’Europa, l’arrivo di Giampaolo e la continua ricerca di due pedine fondamentali: difensore centrale e centrocampista. Il Milan e’ ancora un cantiere aperto che gioisce per gli ingaggi di Krunic (10 milioni), Hernandez (20 milioni) e Bennacer (circa 18) ma si trova ad incassare i grandi rifiuti di Sensi, Kabak e Veretout. Giampaolo aspetta, trasmette il suo calcio nel ritiro di Milanello a due giorni dalla partenza per l’International Champions Cup negli Stati Uniti, e spera di ricevere buone notizie da Boban e Maldini. In realta’, a poco piu’ di un mese dall’inizio del campionato, c’e’ ancora molto da fare in casa rossonera, soprattutto con il mercato in uscita, e ci pensa il sogno Modric a scaldare gli animi dei tifosi in un’estate in cui, per ora, sono stati piu’ i rospi da ingoiare che i grandi colpi da festeggiare.

Dopo il ‘no’ di Veretout, che al Milan ha preferito la Roma, i dirigenti rossoneri stanno valutando altri profili per garantire all’allenatore una squadra equilibrata. In difesa serve un centrale per avere un’alternativa a Romagnoli e Musacchio, e nel mirino del Milan ci sarebbe Demiral acquistato dalla Juventus a 18 milioni di euro. Il club bianconero, che ora ha abbondanza di centrali, avrebbe chiesto addirittura 40 milioni per il turco. Operazione per questo difficile ma comunque non impossibile. A centrocampo Giampaolo vorrebbe portare a Milano Praet dopo le tre stagioni convincenti alla Sampdoria. Piace anche Matias Zaracho, capace di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, 21 enne del Racing che viene definito gemello di Lautaro Martinez. Valutazioni che il Milan sta facendo in questi giorni puntando pero’ attenzione ed energie soprattutto alle cessioni.

Per risollevare il quadro finanziario del club non e’ piu’ necessario capitalizzare con una plusvalenza ma l’imperativo e’ cedere. Gli ingaggi di alcuni giocatori, ereditati dalle precedenti gestioni, affossano il bilancio del Milan. Donnarumma con i suoi 12 milioni di euro lordi, guida la classifica dei calciatori piu’ pagati. Venderlo non e’ piu’ una priorita’ ma la sua permanenza in rossonero non e’ comunque sicura. Poi ci sono Biglia (7 milioni all’anno), Reina (portiere di riserva che guadagna 7 milioni lordi a stagione) Calhanoglu (5) e Antonio Donnarumma (2), stipendi che superano il tetto stabilito dalla nuova proprieta’. E dopo aver speso gia’ quasi 50 milioni, con la necessita’ di assicurarsi altri due giocatori, vendere diventa l’obiettivo numero uno. Suso piace alla Roma che vuole pero’ includere nell’operazione anche Defrel. Sullo sfondo il top player che fa sognare: Modric. Il Milan non si sbilancia, il croato simpatizza per il Diavolo e sarebbe un colpo superlativo seppur complicatissimo. Un ottimo inizio per la coppia Boban-Maldini.

Leggi anche:
Primo ko Italia, agli ottavi c'e' la Turchia
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti