Keir Starmer: “Pronto a ricostruire la Gran Bretagna con stabilità e moderazione”

Keir Starmer: “Pronto a ricostruire la Gran Bretagna con stabilità e moderazione”
Keir Starmer e compagna
7 luglio 2024

Keir Starmer, il neo primo ministro britannico, si è presentato al Paese come un leader di “stabilità e moderazione”, pronto a ricostruire la Gran Bretagna. Il leader laburista ha pronunciato il suo primo discorso da premier davanti a Downing Street, dopo essere stato ricevuto a Buckingham Palace per accettare l’invito del re a formare un nuovo governo. Starmer ha sottolineato che le recenti elezioni hanno unito le quattro nazioni del Regno Unito per affrontare insieme le sfide di un mondo insicuro, celebrando le vittorie del Labour in Galles e Scozia, oltre ai due seggi conquistati dal partito gemello in Irlanda del Nord.

“Il nostro Paese ha votato in modo decisivo per il cambiamento, il rinnovamento nazionale e il ritorno alla politica del servizio pubblico”, ha affermato Starmer. Ha poi reso omaggio al suo predecessore, Rishi Sunak, riconoscendo il suo impegno e il successo di essere diventato il primo leader britannico di origine asiatica, un risultato che richiede “uno sforzo extra che non dovrebbe essere sottovalutato”. Starmer ha espresso ottimismo riguardo al futuro del Labour, sottolineando la possibilità di ristabilire la fiducia nella politica e risollevare le speranze dei cittadini dopo anni di declino. “Questa ferita, questa mancanza di fiducia può essere guarita solo con le azioni, non con le parole”, ha dichiarato. “Il servizio pubblico è un privilegio e il governo dovrebbe trattare ogni singola persona con rispetto”.

Leggi anche:
Caos in Europarlamento: Diana Șoșoacă interrotta e espulsa

Il nuovo premier ha promesso che, indipendentemente dal voto espresso, il suo governo servirà tutti i cittadini. “La politica può essere una forza positiva. Lo dimostreremo. Abbiamo cambiato il partito laburista, lo abbiamo riportato in servizio ed è così che governeremo”, ha dichiarato con determinazione. Starmer ha sottolineato la necessità di un “reset più grande, di una riscoperta di chi siamo”, ma ha anche affermato che uno dei grandi punti di forza del Regno Unito è sempre stato quello di navigare verso acque più calme. Ha promesso stabilità e moderazione, criticando i governi passati per aver ignorato le crescenti insicurezze di milioni di persone.

Sebbene non abbia dettagliato le politiche specifiche che intende portare avanti, ha indicato che le sue priorità saranno scuole di livello mondiale e case accessibili. “Ci vorrà del tempo, ma non ho dubbi che il lavoro di cambiamento inizierà immediatamente. Ricostruiremo la Gran Bretagna con la ricchezza creata in ogni comunità”, ha affermato. In riferimento ai drammi e agli scandali delle precedenti amministrazioni di Boris Johnson, Liz Truss e Rishi Sunak, Starmer ha promesso che il Labour “camminerà con più leggerezza nelle vostre vite” dopo “un’era di performance rumorose”. Ha dichiarato che il mandato ricevuto dalle quattro nazioni del Regno Unito rappresenta una chiara indicazione per governare tutto il Paese.

Leggi anche:
Von der Leyen confermata a capo della Commissione Ue, sostegno dei Verdi

Nei prossimi giorni, Starmer visiterà la Scozia, l’Irlanda del Nord e il Galles, prima di tornare in Inghilterra, per incontrare i rispettivi primi ministri e stabilire un nuovo modo di lavorare insieme. La prossima settimana partirà per Washington per partecipare al vertice della Nato, dove intende rafforzare le relazioni internazionali e discutere di Ucraina e altre questioni urgenti. Starmer ha ribadito che la sicurezza e la difesa sono il “primo dovere” del suo governo e ha assicurato il continuo sostegno del Regno Unito alla Nato.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti