Lucia Javorcekova, come si diventa popolare grazie a un tag

1 novembre 2020

Julia Javorčeková è nata il 19 aprile del 1990 a Bratislava, la capitale della Slovacchia. Inizia la sua carriera di fotomodella e grazie alle sue forme e alla sua bellezza voluttuosa, sarà in grado di raggiungere un enorme successo. Da sempre è amante della cucina e della pasticceria, ama lo sport, soprattutto il ciclismo che ama al punto di aver desiderato di diventare una ciclista professionista. Ma la sensuale Lucia è diventata popolare grazie al tag #escile. La meravigliosa ragazza slovacca è alta 1 metro e 72 centimetri e con un peso di 60 chilogrammi.

La Javorcekova ha iniziato la sua carriera da fotomodella nel 2007, all’età di 17 anni, una volta terminati gli studi, posando per articoli legati al mondo della lingerie. La bella Lucia ha fatto da testimonial per diversi marchi di moda e non che l’hanno fatta diventare molto famosa nell’ambiente. La slovacca, inoltre, si è fatta strada attraverso un canale YouTube con diversi tutorial di make-up. Si è poi trasferita in Svizzera nel 2012 ed ha continuato con la sua professione di modella posando anche con alcune foto artistiche per un magazine prettamente maschile come Technia Report.

Nel 2013 ha posato per un calendario che l’ha portata ad essere una delle modelle slovacche più in voga del momento. Arriviamo appunto nel 2015 con il suo famoso successo di #escile quando Lucia postò una foto del suo lato A, venendo poi soprannominata “Mozzarellona” e venendo anche intervistata dalle Iene, incuriosite dalla figura di Lucia. Dal 2014, è sposata con Pavol Jerveck con il quale ha avuto una bambina. Segni particolari: nessun tatuaggio, l’amore per la cuina e per lo shopping. Lucia ha tanto seguito su Instagram dato che ha oltre 1,2 milioni di follower che non perdono tempo per commentare le sue istantanee da urlo che ne mettono in risalto un fisico davvero mozzafiato.

Leggi anche:
Fronda M5s scrive ai vertici: a queste condizioni votiamo no a Mes
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti