Al Teatro Argentina lunga fila per ultimo saluto a Franca Valeri

10 agosto 2020

L’ultimo affettuoso saluto dei romani, e non solo, a Franca Valeri, la signora del palcoscenico italiano scomparsa il 9 agosto a 100 anni appena compiuti. Una lunga fila al Teatro Argentina, a Roma, dove è stata allestita la camera ardente. Fiori, biglietti, un serpentone composto per omaggiare l’attrice. “Vengo ad onorare una grandissima persona, un’attrice molto seria, molto preparata, non si è mai venduta alla volgarità come hanno fatto molti attori e attrici, ha avuto una coerenza incredibile”. “Ci mancherà la sua ironia, la sua correttezza. Era una persona molto corretta, molto pulita, ironica, una persona leggera, una grande donna”.

All’interno, sul palco, la bara dell’attrice, “scortata” da due agenti della Polizia Locale di Roma Capitale, circondata dal cuscino di fiori di Sophia Loren e le corone del comune di Roma e del comune di Milano. Tra i primi ad arrivare, il vicesindaco Luca Bergamo, Simona Marchini, Pino Strabioli, Urbano Barberini, Tullio Solenghi, Francesco Rutelli, le volontarie dell’Associazione animalista Franca Valeri Onlus, il Maestro Roberto Cappucci, Leopoldo Mastelloni, Kaspar Capparoni: In Filodiffusione in platea i suoi monologhi.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
La Meloni nuova leader europea dei Riformisti: c'è spazio per una destra moderna di governo


Commenti