Alluminio e nuove cromie nel giardino pensato da Roda per il 2017

7 aprile 2017

Ha vestito con gusto e ricercatezza l’arredo da giardino, introducendo nell’outdoor lo stile, la qualità e l’innovazione fino ad allora esclusivi dell’arredo per l’interno. Dal 1990 Roda, grazie all’intuizione del suo fondatore Roberto Pompa, firma arredi per esterni che si pongono in un continuum armonioso con gli interni. Le nuove proposte 2017, presentate al Salone del Mobile di Milano, confermano la volontà dell’azienda di Gavirate, di proseguire su questa strada, una volontà possibile grazie anche al sodalizio creativo con la direzione artistica di Rodolfo Dordoni, Gordon Guillaumier e Gabriella Zecca. Davide Pompa, direttore commerciale di Roda, ci racconta queste novità. “Quest’anno introduciamo un materiale principe per l’arredo per l’esterno che è l’alluminio. Con questa nuova famiglia andiamo a completare una gamma materiali nell’arredo per l’esterno. L’alluminio è sinonimo di garanzia in esterno perchè non subisce danni da eventi atmosferici ed è leggero e facilmente spostabile”.

Piper, la linea pensata da Dordoni che comprende divani modulari, tavolini e un lettino relax, e Arena, la seduta di grande comfort di Gordon Guillaumier, insieme a Sunglass, la serie di tavolini disegnati sempre da Dordoni, rappresentano per Roda una svolta nella proposta cromatica: “Quest’anno con le nuove collezioni stiamo andando a proporre qualcosa che si allontana un pochino da quanto fatto finora attraverso l’uso del colore in maniera più consistente, utilizzo del colore sofisticato e in armonia con l’ambiente nel quale proponiamo il nostro prodotto”. Ormai i confini della casa si sono fatti più sfumati e il giardino, o il terrazzo, diventano parte integrante delle quattro mura domestiche, accogliendo i momenti più piacevoli della nostra quotidianità. Questo ha imposto una evoluzione dell’arredo per l’esterno apprezzata dal mercato: “C’è un fortissimo interesse per questa nuova stanza della casa, perchè i mobili da giardino stanno avendo una dignità superiore a quella che avevano in precedenza e finalmente ha la dignità che su merità”. In tutto questo una chiave di successo importante, soprattutto all’estero, è l’italian style, che rende unici i nostri prodotti. “Uno stampo una macchina possono essere comprati dappertutto ore e ore di insoddisfazione, di scontro, di ricerca, battaglia coi fornitori, azienda, questo caos da cui vengono fuori le creazioni più belle credo che nessun’altra nazione ci possa copiare”.

Leggi anche:
Da Helsinki a Tallinn navigando con l'energia solare
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti