Coronavirus, in 23 su Diamond Princess sfuggiti a controlli. Pechino: “Siamo dispiaciuti”

Coronavirus, in 23 su Diamond Princess sfuggiti a controlli. Pechino: “Siamo dispiaciuti”
23 febbraio 2020

Il Giappone ha riconosciuto che 23 passeggeri della Diamond Princess sono stati in grado di lasciare la nave da crociera in quarantena senza avere superato tutti i test medici necessari per rilevare il nuovo coronavirus. “Siamo profondamente dispiaciuti per il nostro errore operativo che ha causato questa situazione”, ha dichiarato il ministro della Sanità giapponese Katsunobu Kato, affermando che i passeggeri interessati sarebbero testati nuovamente per appurare l’eventuale contagio.

Le autorità sanitare giapponesi – riferisce l’Afp – hanno autorizzato circa 970 persone a sbarcare dalla nave questa settimana dopo test apparentemente negativi sul coronavirus. Tra queste persone fatte sbarcare in libertà, due australiani e un israeliano sono stati dichiarati portatori del virus al loro ritorno nel loro paese. Anche una donna giapponese che ha lasciato la nave mercoledì è stata dichiarata portatrice del coronavirus dopo essere tornata a casa nella prefettura di Tochigi, a Nord di Tokyo, ha riferito oggi l’agenzia di stampa giapponese Kyodo citando le autorità locali. Un centinaio di passeggeri che sono stati in stretto contatto con persone infette sulla Diamond Princess hanno iniziato ieri lo sbarco, ormeggiato in quarantena al porto giapponese di Yokohama.

L’ULTIMO BILANCIO MONDIALE

Se la Cina ha registrato un calo nel numero di nuove infezioni da coronavirus, passate dalle 889 di ieri a 397, le autorità della Corea del Sud hanno invece riferito oggi di un netto incremento dei casi accertati, da 229 di ieri a 433. Complessivamente nel mondo sono 77.928 i casi accertati finora e 2.362 i decessi, perolpiù in Cina, stando agli ultimi dati forniti dalle autorità e dai media cinesi, oltre alle comunicazioni fornite da altre autorità mondiali, messe in ordine dal South China Morning Post. Ecco di seguito il numero dei contagi e delle vittime:

Leggi anche:
Coronavirus e guerra, Unhcr lancia l'allarme: in Libia si rischia "catastrofe umanitaria"

Cina “continentale”: 76.288 contagi – 2.345 morti Giappone: 751 contagi – tre morti Corea del Sud: 433 contagi – due morti Singapore: 86 contagi Hong Kong: 69 contagi – due morti Thailandia: 35 contagi Stati Uniti: 35 contagi Italia: 30 contagi – due morti Iran: 28 contagi – cinque morti Taiwan: 26 contagi – un morto Australia: 23 contagi Malaysia: 22 contagi Germania: 16 contagi Vietnam: 16 contagi Francia: 12 contagi – un morto Emirati Arabi Uniti: 11 contagi Macao: 10 contagi Canada: 9 contagi Regno unito: 9 contagi Filippine: 3 contagi – un morto India: 3 contagi Russia: 2 contagi Spagna: 2 contagi Belgio: 1 contagio Cambogia: 1 contagio Egitto: 1 contagio Finlandia: 1 contagio Israele: 1 contagio Libano: 1 contagio Nepal: 1 contagio Sri Lanka: 1 contagio Svezia: 1 contagio.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti