Crocetta, pronto piano salvataggio Comuni. Singolare protesta di Orlando

29 aprile 2014

La situazione degli Enti locali siciliani e’ stata al centro della riunione della Giunta regionale. E all’indomani della conferenza convocata dall’Ufficio di Presidenza dell’AnciSicilia per presentare l’assemblea di tutti i sindaci siciliani in programma il 5 maggio a Palermo, il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, bolla l’iniziativa come “totalmente inutile e pretestuosa”. L’Esecutivo regionale, infatti, ha approfondito la questione dei pagamenti della 4 trimestralita’ del 2013, fondi che, assicurano da Palazzo d’Orleans “arriveranno a giorni nelle casse dei comuni”, precisando che il ritardo relativo alla prima trimestralita’ del 2014 “e’ stato generato dalla necessita’ di salvare circa 41 comuni”. Da una verifica fatta dall’assessorato alle Autonomie locali, infatti, e’ emerso che 41 comuni si troverebbero quest’anno, senza un approfondimento, nella situazione di andare in dissesto perche’ “non potrebbero ricevere trasferimenti in relazione alla loro situazione debitoria nei confronti della Regione”.

”Ci stiamo adoperando – afferma il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta – e intendiamo proporre domani un piano per il salvataggio dei comuni. Ci sembra singolare che mentre noi stiamo cercando di salvare gli enti locali, il presidente dell’Anci insista, gia’ prima della trattativa di domani, per l’erogazione della prima trimestralita’, determinando il crac certo di tali comuni. Invitiamo l’Anci – conclude – a valutare attentamente questa situazione che comunque verra’ sbloccata entro domani”.

Leggi anche:
Manovra, arriva piattaforma digitale per atti e avvisi Pa
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti