Entro 2035 stop a centrali termoelettriche

Entro 2035 stop a centrali termoelettriche
6 agosto 2017

L’Enel chiuderà entro il 2035, con 10 anni di anticipo, tutte le centrali termoelettriche sostituendole con impianti rinnovabili. Lo annuncia l`amministratore delegato Francesco Starace in un’intervista al Sole24Ore. “Enel Green Power – dice – è in grado di istallare 2,5 gigawatt di rinnovabili all`anno. A livello globale abbiamo un parco di generazione convenzionale di 48 gigawatt: con questi tassi di sostituzione avremo completato il processo in 15-20 anni. Recenti ricerche mostrano come ormai sia più conveniente costruire un impianto rinnovabile nuovo piuttosto che tenerne in esercizio uno convenzionale già ammortizzato. Questo implicherà un`accelerazione nel processo di spegnimento degli impianti convenzionali, riducendo le emissioni. Penso che per questo motivo gli obiettivi di Parigi sul clima saranno raggiunti in anticipo. Tanto che presto darsi target sulla riduzione della Co2 non avrà più senso”. Starace aggiunge: “Abbiamo dichiarato un obiettivo di generazione carbon free, cioè a emissioni zero, entro il 2050. Molto probabilmente raggiungeremo il target prima. Enel è in grado di chiudere l`intero parco termoelettrico in meno di 20 anni, attorno al 2035”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
La Sicilia guarda al futuro, in concessione 430 ettari di terra a giovani


Commenti