La rivolta degli autori e esercenti: iniquo il Leone a Netflix 

La rivolta degli autori e esercenti: iniquo il Leone a Netflix 
"Roma" di Alfonso Cuaron vince il Leone d'oro
9 settembre 2018

Il Leone d’oro della 75esima Mostra del Cinema di Venezia è andato al film “Roma” di Alfonso Cuaron. Film in bianco e nero sull’infanzia del regista a Città del Messico. Mentre, il Leone d’Argento della 75esima Mostra del Cinema di Venezia è andato a “The favourite” di Yorgos Lanthimos. Il film racconta il rapporto intimo tra la regina Anna e la sua preferita Lady Marborough. Ed è subito polemica.

Autori e esercenti si sono scagliati contro il verdetto della giuria di Venezia, che ha assegnato il Leone d’oro a Roma di Alfonso Cuaron, prodotto da Netflix. L’Anac (Associazione Nazionale Autori Cinematografici), la Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai) e l’Acec (Associazione Cattolica Esercenti Cinema) definiscono “iniquo che il marchio della Biennale sia veicolo di marketing della piattaforma Netflix” che “sta mettendo in difficolta’ il sistema delle sale” e sottolineano che il Leone d’Oro “dovrebbe essere alla portata di tutti” e non dei soli abbonati alla piattaforma.

“La notte di San Lorenzo” vince il premio Venezia Classici 2018

Il premio Venezia Classici 2018 al miglior film restaurato è stato assegnato a La notte di San Lorenzo. Il film di Paolo e Vittorio Taviani, il cui restauro è stato realizzato in collaborazione fra Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e Istituto Luce-Cinecittà, è stato scelto dalla giuria di studenti di cinema presieduta dal regista Salvatore Mereu, che nel corso della Mostra ha visionato restauri di capolavori della storia del cinema provenienti da tutto il mondo. Il premio è stato ritirato da Lina Nerli Taviani, costumista del film. Alla proiezione di domenica 2 settembre, il film era stato accolto da un’autentica ovazione di fronte alla quale Paolo Taviani, presente in sala, si era visibilmente commosso.

Leggi anche:
Concerto nel Duomo di Milano deserto per Bocelli a Pasqua

Alla notizia del premio, Paolo Taviani ha dichiarato: “Mi dà una grande gioia che La notte di San Lorenzo sia risorto grazie allo straordinario restauro realizzato in collaborazione dal Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale e dall’Istituto Luce-Cinecittà. E che una giuria composta di ragazzi lo abbia amato e premiato”. Il restauro di La notte di San Lorenzo è stato curato da Giuseppe Lanci, docente di fotografia al Csc e direttore della fotografia che ha firmato i film dei fratelli Taviani da Good Morning Babilonia (1987) in poi, da Federico Savina per quanto riguarda il restauro del suono e da Pasquale Cuzzupoli, apprezzatissimo tecnico che lavora ai restauri realizzati a Cinecittà.

Premio Mastroianni all’attore Ganambarr

Il Premio “Marcello Mastroianni” è andato a Baykali Ganambarr per “The Nightingale” di Jennifer Kent. Film che racconta il tema della violenza nella Tasmania del 1820 e il problema è la condizione degli aborigeni in Australia.

Migliore sceneggiatura ai fratelli Coen e Premio speciale della Giuria a “The Nightingale”

Premio per la migliore sceneggiatura della 75esima Mostra del Cinema di Venezia è andato ai fratelli Joel ed Ethan Coen per il film ” The Ballad of Buster Scruggs”. Premio speciale della Giuria a “The Nightingale” della regista Jennifer Kent. Kent ha ringraziato moltissimo la Giuria e il produttore e ha dedicato il film a tutte le donne e ha auspicato che il prossimo anno possano esserci molte altre registe al festival. “Dedico questo premio anche alla Tasmania”.

Premio migliore regia a “The sisters brothers”

Il premio per la migliore regia della 75esima Mostra del Cinema è andato a Jacques Audiard per “The Sisters Brothers”.

Leggi anche:
"Un figlio di nome Erasmus" esce on demand a Pasqua

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti