Le mascherine sempre più smart: auricolari e sensori per l’aria

12 gennaio 2021

Sensori, microfoni, raggi uv. Le mascherine, diventate oggetto di uso quotidiano in tutto il mondo con la pandemia di coronavirus, sono al centro di uno sviluppo tecnologico senza precedenti. Al Ces 2021, Consumer electronic show, sono arrivate le ultime novità in fatto di mascherine smart. Maskfone è un dispositivo che integra direttamente auricolari e microfono. Una soluzione per fare chiamate, ascoltare musica senza mai togliere la protezione, dotata di un filtro Fpp2 removibile. La mascherina si collega allo smartphone, è compatibile con i principali assistenti vocali, Alexa, Siri, Google Assistant ed ha una carica che dura circa 12 ore. Gli auricolari sono fissati con un magnete quindi si possono togliere senza rischiare di perderli.

AirPop Active+ è sempre collegata via bluetooth allo smartphone ed è in grado coi suoi sensori di valutare la qualità dell’aria e monitorare il respiro di chi la indossa, oltre ad indicare quando è il momento di cambiare il filtro. Nexvoo invece ha optato per un modello smart ma anche trasparente, con una ventola che regola ossigeno e anidride carbonica, riusabile e con un sistema di igienizzazione a raggi ultravioletti. La gara per la mascherina più hitech è solo all’inizio.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Ecco come saranno gli interni degli aerei del futuro


Commenti