Merkel, Von der Leyen e Lagarde, la prima triade femminile in Ue

Merkel, Von der Leyen e Lagarde, la prima triade femminile in Ue
Lagarde, Merkel e Von der Leyen
21 giugno 2020

Dal primo luglio 2020 la Germania di Angela Merkel assume la presidenza del Consiglio dell’Unione europea e con la ex ministra della Difesa tedesca, Ursula von der Leyen, sua collega di partito e attuale presidente della Commissione europea, e la francese Christine Lagarde alla guida della Bce dal dicembre 2019 prenderà forma la prima triade tutta al femminile nei posti che contano in Europa.

Von Der Leyen, fedelissima della cancelliera, è stata definita la seconda donna più potente in Germania e con il suo nuovo ruolo in Europa – prima volta per una donna tedesca in 52 anni – sta acquisendo sempre più visibilità al di fuori dei confini nazionali. Con la presidenza di turno tedesca, l’Ue diventa così più tedesca e ancora più femminile, mettendo fine a oltre 60 anni di predominio maschile ai vertici dell’Ue. Per di più quello di Merkel-Von Der Leyen è un tandem già ben avviato.

Sono molte le sfide che la Germania dovrà affrontare durante il suo semestre di presidenza dell’Ue: prima fra tutti l’approvazione del Recovery Fund, il piano di aiuti straordinario per rilanciare l’economia in Europa dopo l’emergenza sanitaria. Merkel intervenendo al Bundestag ha chiesto di approvarlo prima della pausa estiva. Le ha fatto eco Von Der Leyen, nel giorno del vertice Ue in videoconferenza:

Leggi anche:
Sanzioni Usa, la Russia avverte: "Non giocare con il fuoco"

“Questa è un’occasione che l’Europa non può farsi scappare. Voglio un’Europa che sia capace in modo migliore di resistere alle tempeste globali e fornire una casa sicura alle future generazioni (…). Sono convinta che per un successo comune, dobbiamo concentrarci sulle cose essenzali. Non possiamo permetterci alcun ritardo”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti