All’asta da Christie`s orologio Cartier di Jackie Kennedy, “amante appassionata”

12 maggio 2017

La casa d`aste Christie`s di New York ha annunciato la vendita di un orologio Cartier in oro 18 carati appartenuto a Jacqueline Kennedy Onassis. L`oggetto, che verrà presentato ai potenziali acquirenti il 21 giugno prossimo, rappresenta il fiore all`occhiello dell`annuale vendita intitolata New York Rare Watches and American Icons e organizzata da Christie`s. Il valore dell`orologio della vedova del 35esimo presidente americano è stimato tra i 60.000 e i 120.000 dollari. Un dono del cognato, il principe Stanislaw “Stash” Radziwill, l`orologio fu indossato dall`ex first lady per decenni, come dimostrano numerose fotografie. Su di esso è riportata l`incisione: “Stas to Jackie 23 Feb. 63 2:05 am to 9:35 pm”. Gli orari fanno riferimento all`inizio e alla fine di una famosa escursione di 50 miglia avvenuta a Palm Beach nel 1963, uno dei tanti eventi organizzati dal presidente Kennedy come parte delle iniziative per migliorare la salute e la forma fisica dei cittadini americani. L`orologio è venduto insieme a un dipinto (sconosciuto al pubblico) realizzato da Jackie nel 1963 come dono allo stesso cognato e in ricordo dell`escursione. In memoria di Lady Kennedy, Christie`s ha affermato di voler devolvere parte dei ricavi al National Endowment for the Arts, agenzia indipendente del governo degli Stati Uniti per il sostegno e il finanziamento di progetti di eccellenza artistica nel Paese.

Jacqueline Kennedy Onassis fu First Lady dal 20 gennaio 1961 al 22 novembre 1963, data dell’assassinio del marito. Vedova, sposò poi l’armatore greco Aristotele Onassis. Femmina mica tanto fedele, almeno a dar credito a quanto scritto nella nuova biografia A Life Beyond Her Wildest Dreams, scritta da Darwin Porter e Danforth Prince. Inversamente proporzionale all’immagine pubblica di Jackie: elegante, aggraziata e fredda nella sua veste ufficiale; sessualmente scatenata nella sua sottoveste ufficiosa. “Un’amante appassionata, che aveva bisogno di altri uomini esattamente come suo marito aveva bisogno di altre donne”, sintetizzano efficacemente gli autori del best seller. Si sa che Jackie ebbe una relazione con Bob Kennedy, dopo l’assassinio del marito nel 1963, ma per la prima volta si fa anche il nome di Teddy, l’uomo che in realtà le volle stare sempre accanto. Gli autori citano le parole che Teddy avrebbe detto a David Powers, assistente speciale di JFK: “Sapevo che Jackie frequentava anche Bobby, ma questo non mi ha fermato. Mi sono innamorato di lei dal momento che l’ho vista”. Si sono frequentati, tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta, un po’ ovunque, tra Washington, Hyannis Port, New York, Palm Beach e Grecia.

Leggi anche:
Gilet arancioni: a Milano scattano identificazioni e denunce
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti