Antipasto Mondiale, è già tempo di Russia 2018

Antipasto Mondiale, è già tempo di Russia 2018
Lo stadio Luzhniki di Mosca
22 marzo 2018

Quello di domani sara’ davvero un antipasto di Mondiale. Le amichevoli del 23 marzo saranno le penultime prima di giugno (poi ci sara’ la tornata di martedi’ prossimo, il 27), quando prima di Russia 2018 le 32 qualificate giocheranno gli ultimi test. Intanto pero’ e’ gia’ tempo di collaudi e il menu prevede un piatto ricchissimo. Nello stadio Luzhniki di Mosca, dove verranno disputate la partita inaugurale e la finale del prossimo Mondiale, si gioca Russia-Brasile, mentre i campioni del mondo in carica della Germania saranno impegnati contro i loro predecessori della Spagna. Detto che anche Italia-Argentina a Manchester e’ un appuntamento da non perdere, e che Di Biagio si gioca un pezzo di futuro contro Messi, va segnalata anche la sfida che vedra’ in campo un’altra grande esclusa, l’Olanda, alla prese con l’Inghilterra. Polonia e Nigeria faranno le prove generali tra di loro, mentre il Portogallo di Cristiano Ronaldo giochera’ contro l’Egitto di Salah. Francia-Colombia, Marocco-Serbia e Tunisia-Iran sono altre sfide tra selezioni che poi saranno presenti in Russia. Nel freddo di Mosca il ct della Selecao Tite provera’ il Brasile senza Neymar ma comunque con i tre piccoli davanti, tipo il Napoli di Sarri (del quale, non a caso, il tecnico del Brasile ha studiato a lungo gli schemi offensivi): Douglas Costa, Willian e Gabriel Jesu’s comporranno il tridente, con Coutinho a dirigere il centrocampo.

Leggi anche:
Brescia-Lecce 3-0, la cura Corini funziona

La Russia che perde i pezzi (per gravi infortuni ha gia’ perso per i Mondiali tre titolari) e’ alla ricerca delle giuste alternative. Intanto oggi il gruppo di quella che a giugno sara’ la nazionale di casa ha ricevuto la visita di un ispettore della Wada che ha sottoposto alcuni giocatori a test antidoping a sorpresa: la Russia, Calcio compreso, continua a essere nel mirino di chi lotta contro le sostanze proibite. In Germania-Spagna i motivi d’interesse sono molteplici, ma fra i tedeschi c’e’ gia’ chi pensa anche al match di martedi’ prossimo, quello contro il Brasile: “non potra’ mai essere, per loro – ha detto oggi Thomas Mueller – la rivincita della semifinale persa per 7-1. Quello era il Mondiale, questo solo un test. Comunque e’ una partita che chiunque vorrebbe giocare”. Venendo all’immediato, il ct spagnolo Lopetegui e’ ansioso di capire come Diego Costa, al rientro nella ‘Roja’, possa adattarsi ai suoi schemi. In casa dell’Inghilterra oltre all’allenamento al St. James Park c’e’ stata la presentazione delle nuove divise preparate dallo sponsor tecnico per i Mondiali. Ad Amsterdam, e successivamente a Wembley contro l’Italia, il ct Gareth Southgate potrebbe provare i quattro nuovi che ha convocato per i due match, ovvero Nick Pope, James Tarkowski, Lewis Cook e Alfie Mawson, in vista di una loro possibile convocazione anche per giugno. In ogni caso, per gli inglesi e non solo, questo sara’ un venerdi’ ‘grandi firme’.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti