Camici e mascherine, Fontana coinvolto ma non voleva lasciare traccia

Camici e mascherine, Fontana coinvolto ma non voleva lasciare traccia
Attilio Fontana
24 settembre 2020

C’è stato un “diffuso coinvolgimento di Fontana in ordine alla vicenda relativa alle mascherine e ai camici accompagnato dalla parimenti evidente volontà di evitare di lasciare traccia del suo coinvolgimento mediante messaggi scritti”. Lo scrivono i pm di Milano nella richiesta di consegna dei cellulari agli indagati e ai principali protagonisti del caso della fornitura di camici commissionata dalla Regione Lombardia alla Dama, azienda varesina di proprietà di Andrea Dini, cognato del governatore Attilio Fontana, e poi trasformata in donazione.

Il provvedimento contiene anche il testo di un messaggio inviato il 16 febbraio da Dini alla sorella (nonché moglie di Fontana) Roberta: “Ordine camici arrivato. Ho preferito non scriverlo ad Atti”. E lei risponde: “Giusto, bene così”. Fontana è indagato per frode nelle pubbliche forniture insieme al cognato Dini, accusato anche di turbata libertà nella scelta del contraente. Intanto, secondo quanto si è appreso in ambienti giudiziari milanesi, il contenuto del cellulare di Roberta Dini, moglie del governatore Attilio Fontana, sarà analizzato dagli magistrati milanesi.

Da ambienti giudiziari, s’è anche appreso che verrà acquisito dai pm anche il materiale contenuto nei telefoni degli assessori regionale Raffaele Cattaneo (Ambiente) e Davide Caparini (Bilancio). Analoga operazione sarà effettuata sui cellulari di Giulia Martinelli, capo della segretaria del governatore lombardo, e di altri componenti dello staff del governatore. Nessuno di loro risulta indagato. Lo stesso accertamento verrà svolto sui cellulari dell’ex direttore generale di Aria Filippo Bongiovanni e della funionaria dell’ufficio gare della centrale acquisti della Regione Lombardia, entrambi indagati per frode nelle pubbliche forniture e turbata libertà nella scelta del contraente. Non sarà invece acquisito il contenuto del cellulare di Fontana, accusato di frode nelle pubbliche forniture.

Leggi anche:
Coronavirus continua a correre: cresce numero vittime e ricoveri in terapia intensiva. Sileri: preoccupano cene a casa più di ristorante
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti