Sicilia, ecco la ‘Strada degli scrittori’: da Pirandello a Tomasi di Lampedusa

Sicilia, ecco la ‘Strada degli scrittori’: da Pirandello a Tomasi di Lampedusa
28 marzo 2017

Cantiere Sicilia, avanti tutta. Aperto oggi al traffico l’ultimo tratto che rende interamente fruibili 31,2 chilometri di viabilita’ relativa al primo lotto della statale 640 Agrigento-Caltanissetta, la “Strada degli scrittori”, come ricorda la cartellonistica disvelata oggi. Il tracciato e’ compreso tra Agrigento e Grottarossa, al confine con la provincia di Caltanissetta e precede il secondo lotto dei lavori di ammodernamento della statale, in corso di realizzazione. L’opera realizzata dall’Anas ha comportato un investimento pari a 535 milioni di euro e rientra nel Grande Progetto di ammodernamento della statale 640, che prevede il raddoppio della carreggiata fino all’innesto con l’autostrada A19 “Palermo-Catania”. Un battesimo alla presenza dei ministri Angelino Alfano e Graziano Delrio, con quest’ultimo a ricordare che dopo l’opera stradale piu’ grande in Italia in questo momento, rappresentata proprio dalla statale, si punta sul cantiere piu’ ambizioso, quello dell’alta velocita’ nell’Isola.

– 1,5 MLD PER LA STRADA DEGLI SCRITTORI L’investimento complessivo supera 1,5 miliardi di euro. Non solo economia, pero’. Nell’occasione e’ stato presentato anche il programma di valorizzazione della “Strada degli Scrittori” promosso dal Consorzio Distretto turistico Valle dei Templi e sostenuto da Anas. Un primo cartello, gia’ posizionato nei pressi della localita’ “San Pietro” del comune di Agrigento, preannuncia agli automobilisti l’ingresso in una strada che unisce cultura e turismo percorrendo i luoghi di Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Antonio Russello, Pier Maria Rosso di San Secondo, da Racalmuto a Porto Empedocle, passando per Favara e Agrigento fino a Caltanissetta. Tutti gli svincoli interessati saranno dotati di segnali stradali turistici per individuare le tappe fondamentali del percorso della “Strada degli Scrittori”. “L’impegno dell’Anas in Sicilia – ha spiegato il presidente dell’Anas Vittorio Armani – non vuole solo limitarsi al rilancio delle infrastrutture dell’Isola. Il processo di potenziamento del patrimonio stradale siciliano nelle intenzioni di Anas deve comprendere anche la valorizzazione culturale e turistica del territorio attraversato da strade con le quali si integra in una simbiosi quotidiana. Una rete stradale che si interseca visceralmente con la storia, i costumi, la tradizione e la cultura siciliana, compresa la storia della Letteratura e la memoria delle vittime della mafia”.

– IL PIANO DI REALIZZAZIONE Il primo lotto dell’infrastruttura riguarda 31,200 chilometri di nuovo tracciato a carreggiate separate con due corsie per senso di marcia da 3,75 metri oltre che di una banchina laterale pavimentata. L’orografia dei luoghi ha reso necessaria la realizzazione di 22 nuovi viadotti per un totale di 6100 metri per senso di marcia, pari a quasi il 20% dell’intero tracciato. I lavori del secondo Lotto comportano un investimento complessivo di 990 milioni di euro ed hanno raggiunto un avanzamento del 65% circa e si prevede il completamento dei lavori entro il 2018. Comprendono un rilevante impegno tecnico che comporta la realizzazione di 14 viadotti e di 9 gallerie, tra le quali la galleria “Caltanissetta” di lunghezza pari a 4 chlometri e il cui scavo e’ stato ultimato nella canna in direzione Agrigento ed e’ giunto al 75% di avanzamento in direzione dell’autostrada. Il solo scavo della galleria “Caltanissetta” incide nell’investimento complessivo per oltre 200 milioni.

Leggi anche:
Case più sicure e sostenibili, è operativo il Superbonus 110%

– LE SUGGESTIONI DELLA VALLE DEI TEMPLI La statale 640 “di Porto Empedocle” ora “Strada Degli Scrittori” ha inizio da Porto Empedocle, attraversa la Valle dei Templi a sud della Citta’ di Agrigento e, dopo aver interessato i territori di numerosi comuni delle province di Agrigento e Caltanissetta, termina sull’Autostrada A19 Palermo-Catania, fra Caltanissetta ed Enna. Lunga circa 72 chilometri rappresenta il collegamento diretto tra i capoluoghi di provincia Agrigento e Caltanissetta, ma anche una dorsale strategica della viabilita’ regionale, essendo itinerario preferenziale di collegamento tra la Sicilia sud-occidentale e l’anello viario principale dell’isola, costituito dai collegamenti autostradali fra i tre principali centri metropolitani: A19 Palermo-Catania, A 20 Messina-Palermo e A18 Messina-Catania. La statale 640 inoltre si connette, lungo il suo percorso, con altre infrastrutture viarie principali quali l’itinerario tra Palermo ed Agrigento, la Statale 123 Canicatti’-Licata, la Statale 626 Caltanissetta-Gela e la Statale 115 nel tratto Gela-Agrigento-Castelvetrano. La vecchia statale 640 presentava un’unica carreggiata con due corsie, una per ogni senso di marcia, affiancate da banchine pavimentate. La vetusta’ della sua concezione e l’aumento dei flussi di traffico avevano determinato un innalzamento della pericolosita’ dell’itinerario, dovuta anche alla presenza di numerose intersezioni a raso ed accessi alle proprieta’ private:un accesso ogni circa 250 metri. Adesso la svolta.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Il Conte 2 approva Dl agosto ma "salvo intese". Per le norme quindi si vedrà

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti