Contatti con nuovi investitori, la Roma vola in Borsa

Contatti con nuovi investitori, la Roma vola in Borsa
James Pallotta e Dan Friedkin
20 novembre 2019

Un americano tira l’altro, e la Roma corre in Borsa. Le voci legate al possibile ingresso in societa’ di nuovi soci, in particolare del gruppo texano Friedkin, hanno prodotto uno scatto a Piazza Affari delle azioni giallorosse e portato il club di Trigoria – su richiesta della Consob – a mostrare in parte le carte in tavola. E cosi’ James Pallotta, dopo le indiscrezioni apparse su La Gazzetta dello Sport e il Messaggero in relazione ad una possibile acquisizione delle partecipazioni della Roma da parte del miliardario statunitense Dan Friedkin, ha informato tramite una nota che “sono in corso dei contatti preliminari con potenziali investitori al fine di permettere loro di valutare l’opportunita’ di un possibile investimento in As Roma Spv Llc”, ovvero la societa’ che detiene il controllo indiretto della Roma tramite la sua controllata Neep Holding. Le notizie riguardanti i possibili futuri avvicendamenti di proprieta’ hanno avuto immediate ripercussioni sul titolo della Roma che in Borsa e’ stato prima congelato in asta di volatilita’ e poi ha chiuso segnando un +16,63% a 0,589 euro, sui massimi dal maggio scorso.

Ad innescare il rialzo sono state le voci del concreto interesse del gruppo Friedkin ad entrare nella societa’ di Pallotta, che finora ha comunque sempre dichiarato ufficialmente di non voler cedere il club. Di sicuro soci di minoranza pronti a immettere liquidita’ (e’ appena stato deliberato a Trigoria un nuovo aumento di capitale da 150 milioni di euro) sono sempre ben accetti dalle parti di Boston, ma ancora non sono chiare le mire di Dan Friedkin il cui patrimonio personale e’ stimato in 4.2 miliardi di dollari (secondo la celebre rivista Forbes e’ il 504/o uomo piu’ ricco al mondo). Quel che e’ certo e’ che il gruppo texano, che distribuisce il marchio Toyota in esclusiva in cinque stati americani, sta studiando in maniera sempre piu’ approfondita il dossier Roma e non e’ escluso che miri a diventare l’azionista di maggioranza. A curare il dossier giallorosso e’ la banca d’affari Goldman Sachs che sta facendo visionare l’asset agli investitori sul mercato internazionale attraverso un documento di presentazione in cui si illustra il potenziale di crescita del club e degli investimenti portati avanti nell’era americana, compreso lo stadio di proprieta’ che dovrebbe sorgere a Tor di Valle.

Nel teaser confezionato da Goldman Sachs si parla nello specifico di una “rara opportunita’ di possedere e controllare uno dei piu’ prestigiosi club calcistici, sinonimo della citta’ di Roma”. Al momento il gruppo Friedkin, assistito dalla banca d’affari Jp Morgan, ha manifestato un potenziale interesse per l’operazione (si e’ gia’ mosso per avviare la due diligence sui conti dell’As Roma Spv Llc, controllante con sede nel Delaware della Roma) e attraverso degli emissari nei giorni scorsi ha anche incontrato nella Capitale dei rappresentanti del club giallorosso. I contatti proseguiranno nelle prossime settimane e, spiega la Roma, “in caso di perfezionamento di accordi aventi ad oggetto il trasferimento delle partecipazioni detenute in A.S. Roma S.p.A., As Roma Spv Llc fornira’ adeguata informativa al mercato nei termini di legge”.

Leggi anche:
Juventus-Bologna 2-0, Arthur e McKennie affondano Mihajlovic
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti