A Londra in corso primo test di un vaccino

Loading the player...
12 febbraio 2020

L’ultimo bilancio è di ieri, martedì 11 febbraio. I dati sono forniti dalle autorità della provincia di Hubei, epicentro del nuovo coronavirus: 1.638 nuovi casi e 94 nuovi decessi. E così in totale, ci sono ora più di 44.000 casi positivi in Cina e oltre 1100 decessi. Altri 39 casi di coronavirus (infetta anche una bambina di meno di 10 anni) sono stati confermati tra i passeggeri a bordo della nave Diamond Princess, in quarantena, attraccata a Yokohama in Giappone. I dati sono stati forniti dal ministro della Salute giapponese. Il numero dei passeggeri della nave infetti sale a 174. Lo stesso ministro della Salute giapponese, Katsunobu Kato, ha assicurato che verrà fatto uno sforzo per accelerare le analisi sui passeggeri e sui membri dell’equipaggio della nave da crociera Diamond Princess, bloccata a Yokohama dopo che a diverse persone è stato diagnosticato il contagio da nuovo coronavirus.

A BORDO ANCHE ITALIANI

Le analisi sulle persone a bordo finora effettuate sono 492 e sono iniziate il 5 febbraio. Il governo nipponico – ha spiegato Kato – ha intenzione di effettuare i controlli su tutti i passeggeri. L’obiettivo è quello di arrivare a fare 1.000 analisi al giorno. “Chiedendo che venga assegnato più personale dall’Istituto nazionale malattie infettive e un rafforzamwento al massimo livello delle analisi da parte dei laboratori privati e universitari, possiamo arrivare a superare le mille analisi al giorno”, ha detto Kato. A bordo della Diamond Princess ci sono 3.712 tra passeggeri e membri dell’equipaggio. Tra questi, 35 sono italiani: 25 passeggeri e dieci membri dell’equipaggio. Finora le persone più gravi sono quattro: due di loro sono in terapia intensiva. E’ rimasto contagiato anche un membro dello staff sanitario salito a bordo per effettuare le analisi.

Leggi anche:
Coronavirus, per la prima volta meno ricoveri in terapia intensiva

SINGAPORE

Altro focolaio è scoppiato a Singapore dove circa 300 dipendenti della banca DBS, la principale di Singapore, sono stati evacuati in fretta a furia dopo che un loro collega si è ammalato di polmonite virale da nuovo coronavirus. I 300 lavorano tutti allo stesso 43mo piano della banca e sono stati rimandati a casa. Non in ferie, naturalmente: lavoreranno da casa “come misura precauzionale”, si legge in un comunicato dell’azienda. A Singapore sono stati registrati 47 contagi finora. Il bancario della DBS ammalato è stato analizzato ieri ed è arrivata oggi la conferma che è coronavirus.

IL VACCINO

I ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno dato il via a quello che ritengono sia il primo test su topi di un vaccino contro il coronavirus e sperano di avere un vaccino disponibile entro la fine dell’anno. E’ quanto ha detto uno dei ricercatori all’Afp. “Abbiamo appena iniettato il vaccino che abbiamo generato dai batteri nei topi e speriamo che nelle prossime settimane saremo in grado di determinare la reazione in questi topi, nel loro sangue, la loro risposta in termini di anticorpi contro il coronavirus”, ha detto all’Afp Paul McKay, ricercatore dell’Imperial College.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti