COVIDesignJam, una jam session per ridisegnare il futuro

Loading the player...
28 maggio 2020

Una non-stop di 36 ore, spontanea come una jam session musicale, ma in cui si sono confrontati alcuni dei maggiori progettisti e designer italiani, per riprogettare la nostra quotidianità trasformando in positivo il “distanziamento sociale”, cercando di ricreare connessioni ed empatia tra le persone. È la COVIDesignJam, che si è svolta dal 22 al 24 maggio 2020 e ha coinvolto circa 100 persone, per iniziativa di due riconosciute eccellenze nazionali: Nois3 e Digital Entity. Cinque le aree tematiche su cui si è svolta questa specialissima jam session: quotidianità e relazioni, lavoro e imprenditoria, viaggi e mobilità, la didattica a distanza, cultura e intrattenimento.

Carlo Frinolli, Ceo di Nois3: “Queste sono le sfide che abbiamo lanciato e a cui abbiamo dato risposte, risposte che hanno provato a essere legate a un nuovo modo di vivere il remote working, magari ripopolando i borghi, perché no? Oppure concerti diffusi che siano magari disponibili per un numero minore di persone ma non assembrate; strumenti per l’educazione migliorata rispetto al mero remote working; piattaforme per l’empowerment all’interno delle aziende per migliorare le relazioni delle persone al loro interno, farle diventare delle comunità sane. Infine, gli spazi che abbiamo riscoperto proprio in questo lockdown, i nostri dintorni, i nostri quartieri, quelli che abbiamo rivisto perché siamo dovuti uscire a 300 metri da casa. Noi ce l’abbiamo messa tutta e ci siano divertiti un casino”. Idee, possibili futuri e progetti sono stati riassunti in un manifesto programmatico tutto da scoprire e scaricabile su covidesignjam.it

Leggi anche:
Elton John lancia su Youtube i video con suoi più grandi concerti
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti