Giornata Mondiale della Sanità, Cio sceglie il video del Coni

Giornata Mondiale della Sanità, Cio sceglie il video del Coni
8 aprile 2020

Il Cio ha scelto il video diffuso dal Coni per celebrare la giornata mondiale della salute. Il sito del Comitato Olimpico Internazionale ha infatti promosso il ringraziamento degli azzurri dell’Italia Team al personale sanitario impegnato nella dura sfida quotidiana contro le conseguenze della pandemia Covid-19 come fotografia emblematica della sensibilità mostrata dagli atleti in questo momento di grande emergenza mondiale.

Un momento in cui viene chiesto alla gente di rimanere a casa per contenere la diffusione del virus e affrontato dai campioni in modo propositivo, grazie alla condivisione delle attività su come rimanere attivi da casa, seguendo la campagna #StayActive / #StayStrong / #BeActive / #HealthyAtHome. Molti di loro, tra l`altro, hanno saputo coniugare con successo studi medici e infermieristici con le loro carriere sportive o sono passati al lavoro sanitario al termine della loro attività. Altri hanno mostrato la loro gratitudine a tutti gli operatori sanitari che lavorano instancabilmente ogni giorno per salvare le nostre vite. Come gli atleti della squadra olimpica italiana, che hanno realizzato il video per mostrare il loro sostegno e dire un enorme “grazie” a tutto lo staff medico che combatte la pandemia.

Video

E’ la prima volta, nella storia del Coni, che il Cio utilizza un contributo filmato dell’ente per celebrare una data speciale su scala mondiale.
Nella giornata della salute 2020 il Cio si è unito al tributo unanime rivolto a tutto il personale sanitario, sottolineando l’operato di diversi atleti che ne impreziosiscono le fila, giocando la loro partita più difficile lontano dai campi e dalle piste. Tra di loro ci sono l`argentina Paula Pareto, campionessa di judo (48 kg), in corsia all’ospedale di San Isidro a nord di Buenos Aires, dove lavora come medico ortopedico, Joyce Sombroek, ex portiere olandese di hockey, oro a Londra 2012 e argento a Rio 2016, l`australiana Rachael Lynch, che – smessi i panni di portiere di hockey, fa l`infermiera a Perth, arrivando a concentrare i suoi sforzi nella lotta al Covid-19.

Leggi anche:
Parma-Napoli 0-2, in gol Mertens e Insigne ma la stella è Osimhen

Hayley Wickenheiser, 4 volte oro nell`hockey su ghiaccio e membro Cio, aiuta invece i pazienti del pronto soccorso di Toronto, mentre Jo Brigden Jones, stella australiana del kayak, lavora nel settore paramedico nel suo Paese e Vicky Wright, campione scozzese di curling, è tornato a fare l`infermiere. Infine Kim Daybell, atleta inglese paralimpico di tennistavolo, laureato in medicina nel 2018, sta contribuendo all`assistenza sanitaria in Inghilterra e la calciatrice Silvia Meseguer, vice capitana dell`Atletico Madrid, fa la volontaria nell`ospedale da campo allestito nel complesso fieristico della capitale spagnola.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti