Houston, Iss effettua manovra per evitare collisione con detriti

23 settembre 2020

La Stazione Spaziale Internazionale (Iss) ha dovuto effettuare una manovra di riposizionamento orbitale per evitare una collisione alcuni detriti spaziali di origine sconosciuta, probabilmente frammenti di un altro veicolo spaziale. Per spostarsi su un’orbita più alta l’Iss ha utilizzato i motori della navetta cargo Progress 75, accesi per 150 secondi. Durante la manovra i 3 astronauti a bordo della base orbitante, il comandante Chris Cassidy della Nasa e i cosmonauti russi Anatolij Ivani in e Ivan Vagner, di Roscosmos, membri della Expedition 63, si sono spostati nel segmento russo per essere vicini alla loro navetta Sojuz Ms16 fino a pericolo scampato.

I detriti sarebbero transitati comunque a circa un chilometro e mezzo dalla Iss, ma per precauzione si è deciso comunque di modificare l’orbita della stazione per evitare potenziali rischi di collisione. Completata la manovra e scongiurato ogni pericolo gli astronauti hanno ripreso le normali attività a bordo, come ha confermato la stessa Nasa e il suo amministratore, Jim Bridenstine che ha twittato: “Manovra completata”. L’Iss vola a 421 chilometri d’altezza a una velocità di circa 28mila Km orari. Una velocità alla quale un impatto anche con un piccolissimo oggetto può danneggiare gravemente o addirittura distruggere un pannello solare o una struttura della base. La manovra eseguita viene effettuata regolarmente per correggere l’orbita della Stazione; secondo la Nasa ce ne sono state 25 tra il 1999 e il 2018.

Leggi anche:
Roma, Salvini contestato alla manifestazione Fipe: "Buffone"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti