Juve sul velluto: 3-0 alla Dinamo di Kiev. Dortmund-Lazio 1-1

Juve sul velluto: 3-0 alla Dinamo di Kiev. Dortmund-Lazio 1-1
3 dicembre 2020

Juve sul velluto nel quinto turno di Champions League. Con gli ottavi già in tasca, all’Allianz Stadium i bianconeri battono la Dinamo Kiev 3-0 e tengono aperti i discorsi per il primo posto nel Gruppo G (al Camp Nou col Barça servirà però un’impresa impossibile). Al 17’ Bushchan sfodera un gran riflesso su incornata di McKennie da corner. E di testa arriva il vantaggio bianconero al 21’ con Chiesa, bravo a capitalizzare un cross di Alex Sandro dalla corsia mancina. La Dinamo non c’è, tanto che al 31’ Cristiano Ronaldo scuote la traversa con una conclusione da dentro l’area. Al 41’ Szczesny salva su Tsygankov dopo errore di de Ligt. Nella ripresa, arriva puntuale il solito gol di CR7: al 57’ su cross di Chiesa, rimpallo tra Bushchan e Morata, il pallone arriva a Ronaldo per il più facile dei tap in: è la 750ma rete del portoghese, tra squadre di club e nazionale. Al 62’ Pirlo richiama Bonucci e Ramsey per inserire Danilo e Bernardeschi. Al 66’ arriva il gol di Morata, imbeccato da Chiesa: per lo spagnolo sesto gol in Champions. Col risultato in ghiaccio, Pirlo al 69’ manda in campo il 2002 Dragusin per Demiral. Al 76’ i bianconeri esauriscono i cambi con Kulusevski per Chiesa e Arthur per Bentancur.

Dortmund-Lazio 1-1

Al Signal Iduna Park la Lazio sciupa la prima occasione per strappare il pass per gli ottavi di Champions League. I biancocelesti agguantano comunque l`1-1 contro il Borussia Dortmund. Al 20’ una pronta uscita di Bürki impedisce a Correa di portare in vantaggio i biancocelesti. Al 29’ Acerbi spreca da distanza ravvicinata un suggerimento di Milinković-Savić. Al 31’ pericolo per la porta di Reina, ma il portiere spagnolo vola a deviare la conclusione di Hazard, poi Reus non inquadra il bersaglio. Prima dell’intervallo però i padroni di casa passano: Guerreiro trafigge Reina con un rasoterra, dopo assist di Hazard, è il 44’. Il pareggio della Lazio al 66’ su rigore di Immobile, dopo fallo del nuovo entrato Schulz su Milinković-Savić. Al 70’ triplo cambio nei biancocelesti: Lazzari per Fares, Pereira per Correa e Akpa Akpro per Leiva. All’80’ Inzaghi inserisce Escalante per Luis Alberto e Caicedo per Milinković-Savić. Finale di partita senza troppi sussulti, Lazio viva più che mai. Il passaggio agli ottavi di Champions League andrà conquistato martedì prossimo all’Olimpico non perdendo con il Bruges. Nell’altra gara del girone F, proprio il Bruges ha battuto 3-0 lo Zenit San Pietroburto (Ketelaere al 33’, Vanaken su rigore al 58’, Lang al 73’), tenendo accese le speranze di passaggio del turno. La classifica vede i tedeschi già qualificati con 10 punti, Lazio a 9, belgi a 7 e russi a 1.

Leggi anche:
Sanzioni Cio, Malagò: situazione drammatica, ma ancora risolvibile
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti