Lombardia, il 30% anziani in Rsa attualmente positivi

Lombardia, il 30% anziani in Rsa attualmente positivi
23 maggio 2020

“Il 30% degli anziani nelle Rsa” della Lombardia risultano essere ad oggi positivi al Coronavirus. Il dato è stato comunicato dall’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, annunciando nel contempo la conclusione dello screening con i tamponi di tutti gli ospiti delle Rsa della Lombardia. Secondo l’assessore, sono stati effettuati circa 57mila tamponi dedicati. Gli anziani positivi “all’interno delle Rsa, sono in aree separate e curati in maniera puntuale”, ha chiosato Gallera.

Sono stati effettuati ad oggi da Regione Lombardia 123.942 test sierologici: 81.261 sono stati effettuati su operatori sanitari e 42.681 su cittadini che erano stati in quarantena fiduciaria a casa o che erano contatti stretti di pazienti positivi al Coronavirus. Tra i cittadini “è emerso che solo in 14.530 sono risultati positivi: il 34%”, ha detto Gallera. Si tratta di una “dimensione meno allarmante” di quanto ci si potesse aspettare perché in questa prima fase di screening sono state esaminate persone che “in teoria – ha sottolineato Gallera – avevano fatto il Covid a domicilio o che erano contatti diretti di positivi”.

Le percentuali variano da provincia a provincia. “A Bergamo sono il 58%, a Pavia il 41%, Val Padana il 38%, Brescia 35% a Milano 18,4% risultano avere gli anticorpi al Coronavirus”, ha spiegato l’assessore. Tra gli operatori sanitari, invece, l’esame è stato fatto “ormai su tutti” gli uomini che lavorano in ospedale. Tra loro il 13,5% ha sviluppato gli anticorpi: “Il numero degli operatori positivi è sovrapponibile a quello dei cittadini”, ha chiosato Gallera.

Leggi anche:
Coronavirus, in Sardegna non si registrano nuovi casi positivi
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti