Mattarella riceve Liliana Segre al Colle nel Giorno della Memoria

25 gennaio 2018

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale Liliana Segre, superstite di Auschwitz e appena eletta senatrice a vita dal capo dello Stato, nel “Giorno della Memoria”. Segre ha poi portato la sua testimonianza e risposto alle domande degli studenti durante le celebrazioni organizzate al Colle. “Un saluto particolare ai superstiti dei campi di sterminio, alla senatrice Segre e ai ragazzi presenti – ha detto Mattarella – il 27 gennaio del ’45 le truppe russe varcavano i cancelli di Auschwitz spalancando davanti al mondo, attonito, le porte dell’abisso”. “Credo che tutti gli italiani abbiano il dovere oggi di riconoscere che un crimine turpe e inaccettabile è stato commesso con l’approvazione delle leggi razziali nei confronti dei nostri concittadini ebrei. La Repubblica italiana, forte e radicata nella democrazia, non ha timore di fare i conti con la storia d’Italia, non dimenticando né nascondendo quanto di terribile e inumano è stato commesso nel nostro Paese con la complicità di organismi dello Stato, di intellettuali, giuristi, magistrati, cittadini asserviti a un’ideologia nemica dell’uomo. La Repubblica e la sua Costituzione sono il baluardo perché questo tutto questo non possa più avvenire”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Assemblea M5s, l'ultimatum di Crimi: capo politico, organo collegiale o Stati generali


Commenti