Mediaset, arriva restyling Rete 4. Berlusconi: non è contro La7

Mediaset, arriva restyling Rete 4. Berlusconi: non è contro La7
Pier Silvio Berlusconi, presidente Mediaset
5 luglio 2018

Un restyling completo che dà ampio spazio alle produzioni e all’informazione con l’obiettivo di intercettare un pubblico più vasto, consapevole e informato: il nuovo volto di Rete 4 è la principale novità dei palinsesti Mediaset per la stagione 2018-2019, presentati a Montecarlo. Da settembre sulla rete ci saranno cinque prime serate auto prodotte e in diretta, ha annunciato il direttore Sebastiano Lombardi insieme a Piero Chiambretti, a cui è affidata una di queste, con uno show dal titolo ancora da definire. Tra le novità c’è l’arrivo dalla Rai di Gerardo Greco, che avrà la responsabilità del Tg4 e di un nuovo programma in prima serata sui temi di attualità, con titolo ancora da decidere.

A Barbara Palombelli è affidata la fascia oraria 20.30-21.15 con il talk di attualità “Stasera Italia”, completano l’elenco delle prime serate Nicola Porro anche lui con un talk di politica ed economia, Roberto Giacobbo con “Freedom” e il confermato Gianluigi Nuzzi a “Quarto grado” più il debutto di Chiambretti nel prime time. Lo schema settimanale, ancora tutto da confermare, vedrebbe Porro il lunedì, il martedì Giacobbo poi Chiambretti, Greco giovedì e venerdì Nuzzi. Fa parte del restyling il nuovo logo, con il numero 4 in bianco inserito dentro un cerchio arancione. Rete 4 “ha una grandissima storia e tradizione, negli ultimi anni ha fatto bene con il cinema, che era diventata la caratteristica principale, e vista la quantità di offerta di canali tematici che c’è, l’Italia è il Paese con più canali gratuiti di tutta Europa, ci sembrava giusto e importante portarla ad una dimensione più generalista per differenziarsi dal resto” ha spiegato Pier Silvio Berlusconi.

Rete 4 si affianca alla rete ammiraglia Canale 5 e alla rete giovane Italia 1 che punta su dinamiche sperimentali. “Non è pensata contro La 7 ma mantiene un legame molto forte con la tradizione, nel day time rimangono Forum e gli appuntamenti di diritti. Per tante cose bisogna avere pazienza, è un prodotto di parola ha bisogno di sedimentare per il pubblico italiano” ha aggiunto l’ad, confermando le parole del direttore generale dell’informazione Maurizio Crippa che, nel presentare la trasformazione, aveva parlato della necessità di accogliere con molta pazienza i cambiamenti. La ragione del cambiamento deciso per la rete non è legata a questioni politiche che “non c’entrano nulla e mai sono c’entrate. Non ho detto che non siamo concorrenti di Cairo, ma Rete 4 non è contro La 7, vogliamo posizionare la rete in maniera un po’ più larga non mirata su un certo tipo di pubblico, che sia più consapevole e informato in linea con la tradizione di Rete 4” ha aggiunto Pier Silvio Berlusconi.

Per quanto riguarda le altre reti su Canale 5 sono previsti “Temptation Island vip”condotto da Simona Ventura, “Scherzi a parte” con Paolo Bonolis e in primavera il ritorno di “Ciao Darwin”, in autunno “Il Grande fratello vip” con confermati alla conduzione Ilary Blasi e Alfonso Signorini. Ci saranno poi due serate evento in esclusiva con Enrico Brignano e in primavera tornerà “L’Isola dei famosi”. Confermati “Matrix” di Nicola Porro e il ritorno del Maurizio Costanzo show. Confermati anche i programmi di Maria De Filippi, si sta discutendo se spostare dal sabato la programmazione di “Amici”come chiesto dalla conduttrice. A “Tu sì que vales” Iva Zanicchi sostituirà Mara Venier, passata alla Rai per condurre “Domenica In”.

Tre i titoli di punta della fiction ci sono: da settembre la nuova serie di “Ultimo zero zero zero” con Raoul Bova, poi la seconda serie de “L’isola di Pietro”, grande successo della scorsa stagione con Gianni Morandi, e “Nome in codice Solo”, poliziesco con Marco Bocci. La collocazione settimanale è ancora da decidere, Morandi l’anno scorso andò la domenica sera a sfidare Fabio Fazio su Rai Uno. Su Italia Uno ci sono sei produzioni originali, tra cui tre serate di comicità con Pintus, Andrea Pucci e Maurizio Battista, “Le iene” con due prime time a settimana, il ritorno in prima serata di Pucci con uno show. La Gialappa’s band ha un programma nuovo di sei puntate, in primavera è prevista anche la nuova edizione di “Colorado”che si aggiunge a “80 Special” con Nicola Savino.

Arriverà anche “Adrian”, il cartone di Adriano Celentano più volte annunciato, definito “il progetto della vita”dell’artista da Pier Silvio Berlusconi. “Non abbiamo fretta quando sarà pronto lo manderemo in onda, questo autunno siamo stati noi a chiedere a lui di spostarsi in avanti, non ci sembrava giusto dividere l’offerta di questo cartone, se tutto va bene sarà la prossima primavera” ha detto. “Non ci sono problemi, ho visto alcune puntate ed è qualcosa di mai visto, di sorprendente con una qualità di immagini, musica e racconto unica, mai vista. Non c’è nessun problema con Celentano e i suoi collaboratori, non abbiamo mai avuto grande fretta, ci onora averlo nelle nostre reti” ha aggiunto Pier Silvio Berlusconi.

Segui ilfogliettone.it su facebook
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it


Commenti