Motomondiale, in Australia Hayden sostituirà infortunato Pedrosa

Motomondiale, in Australia Hayden sostituirà infortunato Pedrosa
18 ottobre 2016

Sarà Nicky Hayden a sostituire l’infortunato Dani Pedrosa nel Gran Premio d’Australia. In sella alla Repsol Honda Hrc, al fianco del neo campione del mondo Marc Maquez, a Phillip Island ci sara’ lo statunitense ex campione del mondo 2006. Nel frattempo Dani Pedrosa ha lasciato l’Universitari Dexeus Hospital di Barcellona, dove ha subito con successo un intervento chirurgico alla clavicola destra fratturata sabato scorso. Il pilota di Sabadell si sottoporrà ad un primo controllo medico mercoledì prossimo. “Ho sentito un forte dolore per un paio di giorni dopo l’operazione, ma le cose stanno iniziando ad andare un po’ meglio ora. Ho lasciato l’ospedale e ho un check-up previsto per mercoledì. Solo dopo avrò una migliore idea circa il tempo di recupero e su quando sarò in grado di tornare sulla mia moto. Vorrei anche congratularmi con Marc e Honda per il titolo”, dice Dani Pedrosa. E Nicky Hayden come prima cosa manda i suoi migliori auguri allo sfortunato Pedrosa. “Prima di tutti i miei migliori auguri a Dani, sono sicuro che tornerà più forte che mai come fa sempre”, dice il pilota del Kentucky. “Per me è un lavoro molto duro, ma è una possibilità, dieci anni dopo aver vinto il mio titolo mondiale, per tornare al mio vecchio ‘dream team'”, afferma Hayden.

Leggi anche:
Al "Maradona" Napoli-Inter 1-1. Juve e Roma ko

“Fare un week-end a Phillip Island su una Honda ufficiale, è piuttosto emozionante per me e a questo proposito, sono molto grato per questa opportunità e la fiducia che Honda mi dà. Voglio anche ringraziare il mio attuale team per avermi permesso di andare a fare questo, e gli sponsor. Ognuno ha lavorato molto su ogni dettaglio per rendere possibile per me così ora io sono felice di salire su un aereo, di scendere a Phillip Island e spero di poter fare un buon lavoro per la squadra. Per quanto riguarda Phillip Island ci sono due cose da considerare sempre, il tempo e le gomme, ma è una pista che mi piace e non vedo l’ora di guidare la moto lì. Cominciamo il venerdì mattina e andiamo avanti”. A sua volta Marc Marquez commenta “è fantastico arrivare a Phillip Island con nessuna pressione per il campionato, su una pista che è una delle mie preferite, insieme ad Austin e Aragona. È così veloce e scorrevole e mi dà tanto divertimento guidarci. Uno dei problemi principali da prendere in considerazione è il tempo. Di solito è molto freddo in questo periodo dell’anno e sempre ventilato, qualcosa che si sente molto, soprattutto alla fine del rettilineo finale. Devi trovare una messa a punto per rendere la moto più stabile possibile. Cercheremo di vincere più gare prima della fine dell’anno, in quanto ci sono anche i titoli costruttori e team a cui pensare”.

 

Leggi anche:
Milan-Genoa 2-1, colpo Champions dei rossoneri
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti