“Ong conniventi”, esplode la polemica. Scontro a distanza tra Di Maio e Renzi

“Ong conniventi”, esplode la polemica. Scontro a distanza tra Di Maio e Renzi
24 aprile 2017

Divampa la polemica politica sul ruolo delle Ong nell’emergenza migranti, dopo che il procuratore della Repubblica di Catania, Carmelo Zuccaro, ha rilanciato i sospetti che qualcuna possa aver stretto intese con gli scafisti. “Ci sono quelle buone e quelle cattive”, ha affermato in un’intervista alla Stampa il magistrato che su questi intrecci indaga dal tragico affondamento di un barcone davanti Lampedusa del 2013 con 368 morti. “Su Ong come Medici senza frontiere e Save the Children davvero c’e’ poco da dire”, ha spiegato Zuccaro, “discorso diverso per altre, come la maltese Moas o come le tedesche, che sono la maggior parte”. “Abbiamo evidenze che tra alcune Ong e i trafficanti di uomini che stanno in Libia ci sono contatti diretti – ha spiegato il magistrato – non sappiamo ancora se e come utilizzare processualmente queste informazioni ma siamo abbastanza certi di cio’ che diciamo; telefonate che partono dalla Libia verso alcune Ong, fari che illuminano la rotta verso le navi di queste organizzazioni, navi che all’improvviso staccano i trasponder sono fatti accertati”. Immediate le reazioni della politica su un tema che gia’ aveva scaldato il dibattito dopo la denuncia dell’agenzia europea Frontex.

“I salvataggi in mare si devono fare, con le regole di ingaggio della nostra Marina, e non con le Ong, che sono accusate di essere i taxi del Mediterraneo”, ha affermato il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, “ci vogliamo vedere chiaro, vogliamo sapere chi le finanzia”. A Di Maio ha replicato Matteo Renzi: “Di Maio cerca di fare spot perche’ i 5 Stelle non hanno un’idea di Ue ma guardano solo ai sondaggi e si buttano su temi come quello dell’immigrazione perche’ gli italiani faticano ad accettarla”, ha attaccato l’ex premier. Critiche anche dai Fratelli d’Italia: “Da qualche giorno il M5S si e’ svegliato e ha scoperto il business dell’immigrazione”, ha scritto su Facebook Giorgia Meloni, “rivolgo allora una domanda a Grillo, Di Maio e Di Battista: perche’ il M5S non ha votato in Parlamento la proposta ‘taglia-business’ di Fratelli d’Italia che impone alle coop di rendicontare come spendono i miliardi di euro che ricevono per accogliere gli immigrati?”. Un affondo sul ruolo delle Ong arriva anche dalla Lega nord che ha presentato un esposto: “Andremo fino in fondo per smascherare il gioco sporco delle Ong che si stanno arricchendo grazie alla tratta dei migranti”, hanno promesso Gian Marco Centinaio capogruppo al Senato della Lega Nord e Paolo Arrigoni componente del comitato Schengen. “Dal favoreggiamento dell’immigrazione clandestina al concorso in omicidio colposo, fino all’intralcio alla giustizia e alla tratta di persone, la lista di reati ipotizzabili e’ davvero lunga”, hanno aggiunto.

Leggi anche:
Omicidio Vannini, 14 anni a Antonio Ciontoli e 9 a moglie e figli. Genitori di Marco: "La giustizia esiste"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti