Processo a figlio Vasco per omissioni di soccorso, testimone: guidava il suo amico

Processo a figlio Vasco per omissioni di soccorso, testimone: guidava il suo amico
Davide Rossi, figlio di Vasco
28 ottobre 2020

 “Ci siamo incontrati in piazza Mazzini, ero all’altezza della farmacia che è all’angolo ed ero a piedi. Loro, Davide Rossi e Simone Spadano, erano in macchina e quest’ultimo guidava. Mi hanno chiesto che facevo e se volevo andare con loro a prendere un aperitivo. Erano tipo le 19,30. Dopo pochi minuti, all’altezza di Balduina, abbiamo avuto un incidente”. Lo ha detto l’attrice Virginie Marsan nel corso della sua testimonianza nel processo in cui è imputato Davide Rossi, figlio di Vasco, per le accuse di omissione di soccorso e lesioni personali. Spadano risponde invece del reato di favoreggiamento, perché – secondo l’imputazione – avrebbe aiutato il figlio del cantante “ad eludere le indagini dichiarando di essere stato lui al volante dell’autovettura e il responsabile del sinistro stradale sottoscrivendo il modulo di constatazione amichevole di incidente”.

La Marsan ha poi continuato: “Una volta avvenuto lo scontro sono scesa dall’auto e mi sono andata a fumare una sigaretta poco distante, in un bar. Non ricordo molto. Per il tamponamento nessuno si era fatto male e non era stata chiamata nessuna ambulanza. Sono rimasta lì il tempo che loro compilavano il Cid e si mettevano d’accordo. Per terra non ho visto vetri e non c’era nessuno che stava male o perdeva sangue. Le ragazze dell’altra auto mi sembrava stessero in buone condizioni. E’ stato a parere mio un grosso incidente, ma non grave”. Poi che avete fatto?, ha chiesto il giudice. “Passato un po’ di tempo e risolte tutte le cose abbiamo deciso di proseguire la serata e siamo andati a prendere una cosa in un pub, per farci passare lo stato d’animo seguito al fatto. Siamo andati sempre con la macchina che guidava Spadano”. E poi? “Dopo quella sera, di oltre quattro anni fa, non ho più rivisto nè Davide Rossi e nemmeno il suo amico”.

Leggi anche:
Il coronavirus rallenta la marcia, meno contagi e vittime. Locatelli: obiettivo è vaccinare il 70% degli italiani
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti