Quaresima tempo di conversione. Non ‘truccarsi’ da santi

18 marzo 2014

La Quaresima e’ innanzitutto tempo di conversione personale e per fare questo occorre ”aggiustare la vita” e non sentirsi migliori degli altri. Per questo occorre fuggire dalle ipocrisie e, peggio ancora, ‘truccarsi’ da buoni. E’ l’invito venuto stamane da papa Francesco nel corso dell’omelia durante la messa mattutina a Casa Santa Marta. ”Cosa fanno gli ipocriti? – ha detto papa Bergoglio – Si truccano, si truccano da buoni: fanno faccia di immaginetta, pregano guardando al cielo, facendosi vedere, si sentono piu’ giusti degli altri, disprezzano gli altri. ”Mah – dicono – io sono molto cattolico, perche’ mio zio e’ stato un grande benefattore, la mia famiglia e’ questa e io sono… ho imparato… conosciuto il vescovo tale, il cardinale tale, il padre tale… Io sono…’. Si sentono migliori degli altri. Questa e’ l’ipocrisia. – ha poi detto il papa – Il Signore dice: ”No, quello no’. Nessuno e’ giusto da se stesso. Tutti abbiamo bisogno di essere giustificati. E l’unico che ci giustifica e’ Gesu’. (Asca)

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Il Papa e Scorsese si raccontano nella nuova docu-serie Netflix


Commenti