Tre donne, il potere e il sesso in “La Favorita”

Loading the player...
31 agosto 2018

Applaudito al termine della proiezione e in conferenza stampa “The Favourite” film in concorso alla 75esima Mostra del Cinema di Venezia, firmato dal regista greco Yorgos Lanthimos. La pellicola, magistralmente diretta e interpretata, è ambientata all’epoca del regno di Anna d’Inghilterra e precisamente sull’ultimo periodo in cui governò la sovrana, racconta il ruolo che la sua favorita Lady Sarah Malori aveva a corte e il controllo che quest’ultima era riuscita ad ottenere sia politicamente che nel cuore della regina.

Ma dovrà fare i conti con l’arrivo di Abigail, cugina caduta in disgrazia, che le ruberà il potere e l’amore di Anna diventando, a sua volta, la favorita. Scenografie da sogno, abiti sontuosi e un tocco di britannica ambiguità danno al film un tocco di grande eleganza e di originalità nell’uso del grandangolo. Presenti in conferenza stampa Joe Alwyn, Emma Stone nel ruolo di Abigal che recita in un inglese britannico impeccabile essendo l’unica americana del cast, il regista Yorgos Lanthimos, Olivia Colman una meravigliosa regina Anna, Nicolas Hoult, assente l’attrice Rache Weisz una splendida Sarah Malborough.

Leggi anche:
Covid-19, il messaggio dai modelli disabili: "Andrà tutto bene"

Lanthimos ha raccontato di avere lavorato su una sceneggiatura già esistente per un film che ha avuto una gestazione di nove anni. “Sono stato attratto dalla storia e per questo ho approfondito i tre personaggi femminili che erano reali. Una storia già molto interessante per se stessa che mi ha permesso di creare tre personaggi molto complessi. Abbiamo lavorato su questo film per nove anni, passati attraverso molte variazioni ma volevamo focalizzarsi su queste donne ed esplorare i temi”.

Emma Stone ha amato molto il ruolo di Abigail, “mi è stato detto che ci sarebbe stato più silenzio e molti sguardi e meno dialoghi e questo mi è piaciuto molto”. Anche Olivia Colman che è un habituè dei ruoli da regina ha sottolineato la bellezza di poter recitare la regina Anna, “questa bambina un po’ viziata che non ha molto fiducia in sé, non sa se è amata sinceramente. Tra l’altro – ha scherzato – è stato molto bello fare sesso con Emma Stone”, alludendo al rapporto d’amore che la regina ebbe con entrambe le sue favorite.

Leggi anche:
Coronavirus, a Wuhan tutti in fila al centro commerciale

A farle eco Emma Stone: “Anche per me è stato bello farlo con te. Abigail mi è piaciuta molto, tra l’altro sono l’unica americana nel cast inglese e ho dovuto studiare per avere l’accento giusto senza sfigurare e devo dire che anche i costumi erano splendidi. Tornando all’aspetto della sessualità, il regista ci ha dato modo di familiarizzare tra noi, quindi alla fine fare sesso con Olivia è stato un passo quasi naturale”.

Il regista è poi tornato a parlare delle tre donne protagoniste del film. “Volevamo focalizzarci su questa tre donne vedendo la politica attraverso i loro occhi e osservare quanto accadeva loro. Ho voluto ritrarre questi tre personaggi storici riportandoli alla loro figura di donne, mostrandole nelle loro caratteristiche psicologiche positive e negative. Colman che su Netflix interpreta la regina Elisabetta in “The Crown” ha scherzato sul non saper operare un confronto tra Anna ed Elisabetta.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti