Verona-Inter 1-2, nerazzurri in vetta per pochi minuti

Verona-Inter 1-2, nerazzurri in vetta per pochi minuti
24 dicembre 2020

L’Inter batte 2-1 il Verona e sale momentaneamente al primo posto in classifica, scavalcando il Milan. Dopo un primo tempo estremamente equilibrato i nerazzurri la sbloccano a inizio ripresa, con una bella girata di Lautaro su assist di Hakimi. L’Hellas trova il pari con Ilic dopo un clamoroso pasticcio di Handanovic, ma gli uomini di Conte rispondono immediatamente con la zuccata di Skriniar su corner, che decide il match a favore degli ospiti che inanellano la settima vittoria consecutiva, dimostrando di non risentire in campionato dell’eliminazione di Champions.

Jurić schiera il 3-4-2-1: Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Veloso, Dimarco; Zaccagni, Salcedo; Colley. Conte con il 3-4-2-1: Handanović; Škriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozović, Young; Lautaro Martinez, Perišić; Lukaku. Arbitra Giacomelli di Trieste. Il primo a tentare la via della rete è Young al 9’, ma senza inquadrare la porta. L’Hellas si rende pericolosa con una conclusione di Dimarco al 26’ che testa i riflessi di Handanović. Al 29’ Dawidowicz si becca il giallo per una trattenuta su Lautaro, ma si infortuna e viene sostituito da Lovato (31’). Al 36’ contropiede con Lukaku che serve Martinez, la stoccata dell’argentino esalta Silvestri. Il Verona torna dagli spogliatori con Ilić per Salcedo.

Parte forte l’Inter nella ripresa e al 51’ passa con una deviazione di Lautaro su traversone di Hakimi. Jurić aggiusta la squadra con Rüegg per Colley e Lazović per Zaccani al 53’. Al 56’ Ilić conclude di poco a lato. Al 59’ Günter per Lovato tra gli scaligeri. Al 61’ Lautaro non sorprende Silvestri. Pareggio dei padroni di casa al 63’ su incertezza di Handanović, che non trattiene un cross di Faraoni, di cui approfitta Ilić. Ma il nuovo equilibrio dura poco. Al 69’ Škriniar svetta di testa su corner e buca Silvestri. Conte inserisce Vidal per Perišić (70’). Al 75’ Tameze rimedia a un precedente errore rinvenendo su Lautaro. All’82’ per Lukaku è solamente esterno della rete. Una punizione di Dimarco esce di pochissimo all’85’. Nel recupero Lukaku arriva tardi su traversone di Hakimi, poi annullato un gol del belga per fallo su Magnani. Festa nerazzurra al ‘Bentegodi’.

Risultati (quattordicesima giornata): Crotone-Parma 2-1, Juventus-Fiorentina 0-3; Verona-Inter 1-2; ore 20.45 Bologna-Atalanta, Milan-Lazio, Napoli-Torino, Roma-Cagliari, Sampdoria-Sassuolo, Spezia-Genoa, Udinese-Benevento

Leggi anche:
Lewis Hamilton in pole, Leclerc quarto. "Giornata grandiosa"

Classifica: Inter 33, Milan 31, Napoli, Juventus, Roma 24, Sassuolo 23, Atalanta, Lazio 21, Verona 20, Sampdoria 17, Udinese, Benevento 15, Cagliari, Bologna, Fiorentina 14, Parma 12, Spezia 11, Crotone 9, Torino, Genoa 7

Prossimo turno (quindicesima giornata): domenica 3/1 ore 12.30 Inter-Crotone; ore 15 Atalanta-Sassuolo, Cagliari-Napoli, Fiorentina-Bologna, Genoa-Lazio, Parma-Torino, Roma-Sampdoria, Spezia-Verona, ore 18 Benevento-Milan, ore 20.45 Juventus-Udinese

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti