Verona-Juve 1-1, Ronaldo non basta. Pirlo: “Ci è mancata aggressività”

Verona-Juve 1-1, Ronaldo non basta. Pirlo: “Ci è mancata aggressività”
28 febbraio 2021

Al Bentegodi il Verona ferma la Juventus sull’1-1. Juric si affida a Barak e Zaccagni alle spalle dell’unica punta Lasagna. In mezzo al campo ci sono Ilic e l’ex Sturaro. Pirlo schiera Chiesa e Bernardeschi esterni, Ramsey preferito a McKennie. Davanti la coppia Kulusevski-Cristiano Ronaldo. Molte assenze nelle due squadre, soprattutto tra i bianconeri: nel Verona out Colley e Kalinic, nella Juve indisponibili Dybala, Morata, Arthur, Cuadrado, Bonucci e Chiellini, oltre allo squalificato Danilo. Al 2’ subito pericoloso Ramsey che scatta tempestivamente e sorprende la difesa gialloblù: il suo sinistro è deviato in corner da Silvestri. Bianconeri in forte pressione iniziale e Gunter molto attento in fase difensiva.

La replica del Verona arriva al 7’ con la deviazione aerea di Faraoni sul cross da corner e palla che colpisce il palo dopo l’intervento di Szczesny. Partita frizzante con cambi di fronte repentini. Ci provano Dimarco da una parte e Chiesa dall’altra. Al 25′ Ronaldo riceve a centro area spalle alla porta e va alla conclusione ma la palla è lontana dallo specchio. Ottimo pressing scaligero nella fase finale del primo tempo e qualche affanno nella retroguardia bianconera. Al 39′ Lasagna cerca di penetrare nella difesa avversaria, ma De Ligt copre l’uscita di Szczesny. La partita si sblocca a inizio ripresa. Al 49’ Ramsey lancia Chiesa che vede l’inserimento di Ronaldo: il destro servito al portoghese è perfetto e CR7 non sbaglia. Per lui 47 gol nelle ultime 47 partite di Serie A. Bianconeri più concreti e al 59’ Ramsey sfiora il raddoppio. Il Verona non si arrende a alza il baricentro. Gli sforzi dei padroni di casa vengono premiati al 77’ quando Lazovic serve Barak che con uno stacco imperioso trafigge Szczesny per il gol del pari. Juve disorientata e Verona all’assalto.

Per i padroni di casa all’85’ arriva il secondo legno con un tiro potente di Lazovic deviato sulla traversa da Szczesny. Più Verona che Juve nel finale ma il risultato non cambia e per i bianconeri la vetta resta ancora distante. Andrea Pirlo è rammaricato per il pareggio della sua Juve a Verona. Il gol di Cristiano Ronaldo ha illuso i bianconeri, raggiunti dal gol scaligero di Barak a 13 minuti dal novantesimo. Nel finale, peraltro, l’Hellas ha sfiorato il successo: “Dispiace perché sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, sporca – dice il tecnico bianconero a Dazn – l’avevamo interpretata bene, eravamo riusciti anche a passare in vantaggio che era la cosa più difficile, poi non siamo riusciti a tenere il risultato, ci è mancata un po’ di aggressività soprattutto in occasione del gol, bisognava accorciare prima per impedirgli di crossare facilmente. Sono piccolezze che purtroppo i giovani ancora non capiscono, perché queste fanno la differenza e ti fanno portare a casa punti”. 

Leggi anche:
Lewis Hamilton in pole, Leclerc quarto. "Giornata grandiosa"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti