Centrodestra, altra fumata nera per candidato sindaco di Milano

Centrodestra, altra fumata nera per candidato sindaco di Milano
Matteo Salvini
23 giugno 2021

“Non mi candido” ma resta “la mia disponibilità per un progetto per la città. Con chiunque abbia a cuore produrre un valore condiviso io ci sono”. Con una intervista Sky Tg24 Oscar di Montigny ha formalizzato la rinuncia alla corsa per palazzo Marino con il centrodestra che domani avrebbe dovuto sciogliere la riserva e annunciare il nome del prescelto in un nuovo vertice dei leader che invece è stato “rinviato a data da destinarsi”.

“La riserva non ho più dovuto scioglierla. In cuoi mio la scelta l’avevo anche fatta., Ma così non è possibile. Non ci sono le condizioni, Dopo un po’ di tempo in cui ho chiesto di poter avere un confronto con i leader della coalizione per poter condividere idee e programmi – ha spiegato di Montigny questo confronto non è avvenuto. Il tempo secondo me è maturato. In realtà, non è che mi ritiri o mi sfili, non ero un candidato. Ero certamente una persona che aveva dato disponibilità a considerare la cosa e avevo lavorato duramente, però credo che la scelta giusta sia questa”.

L’annuncio di Montigny e quello del rinvio a data da destinarsi dal vertice del centrodestra per la scelta del candidato Sindaco a Milano sono arrivate a poca distanza. Con Matteo Salvini primo a ringraziare pubblicamente fino a ieri candidato in pole del centrodestra. “Entro la settimana – ha dichiarato Salvini- ci sarà non solo il sindaco, ma la squadra per Milano. Ringrazio Oscar: le sue idee e la sua esperienza saranno utili per costruire insieme la Milano del futuro”.

Leggi anche:
Riforma giustizia, governo pensa a via libera "lampo" al Senato ma i partiti frenano
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti