Coronavirus, Locatelli (Css): niente eccezioni a Natale o vanificheremo tutto

Coronavirus, Locatelli (Css): niente eccezioni a Natale o vanificheremo tutto
Franco Locatelli
20 novembre 2020

Sono 37.242 (ieri 36.176) i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia e 699 i decessi (ieri 653). E’ quanto emerge dall’odierno bollettino del ministero della Salute sull’emergenza coronavirus e che evidenzia che il coefficiente Rt nazionale è 1.18. Gli attualmente positivi sono 777.176 – con un incremento di 15.505 unità da ieri – di questi, 739.471 si trovano in isolamento domiciliare, 33.957 sono ricoverati con sintomi e 3.748 si trovano in terapia intensiva (+36 rispetto a ieri). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 238.077 tamponi. La Lombardia resta la regione con più positivi con 9.221 casi, seguita da Campania con 4.226 e Piemonte 3.861. Oggi non ci sono regioni sotto i cento casi.

GLI ESPERTI

Intanto, il presidente dell’Istituto superiore della sanità, Silvio Brusaferro ha annunciato che “abbiamo un rischio alto un po’ in tutto il Paese, anche se abbiamo segnali positivi derivanti dalle misure prese”. “E’ assolutamente necessario – ha ribadito – riportare il numero di nuovi casi a una soglia dove il tracciamento sia possibile ed efficace. Di qui la necessità di mantenere attive le misre e l’appello a tutti di rispettarle”. Sul fronte vaccini, invece, interviene il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Cts, Franco Locatelli. “I profili di sicurezza dei vaccini che saranno disponibili per la commercializzazione seguiranno tutta una serie di step ineludibili garantiti dalle agenzie regolatorie – ha detto: Ema per l’Europa, Fda per gli Usa”.

Locatelli ha risposto indirettamente, in sostanza, ad Andrea Crisanti che in un’intervista aveva espresso perplessità nel sottoporsi a un vaccino elaborato in così poco tempo. E definendo “sconcertanti” le dichiarazioni lette sulla stampa, Locatelli ha aggiunto: “In un Paese che già di per sè si connota a volte per qualche perplessità, dubbio, o ostilità a considerare le strategie vaccinali, è bene ricordare sempre il riverbero a livello mediatico che certe affermazioni possono avere”. Locatelli, inoltre, in merito alle festività natalizie ha tagliato la testa al toro. “Questo Natale dovremo essere responsabili. Non sarà un Natale come tutti gli altri: su questo dobbiamo essere estremamente chiari. Niente eccezioni – come è stato fatto questa estate – o vanificheremo tutti i sacrifici fatti finora”.

LO SCENARIO PER REGIONE

LOMBARDIA

Sono 9.221 i nuovi positivi al Coronavirus in Lombardia, a fronte di 42.248 tamponi effettuati, pari a una percentuale del 21,8%. I decessi sono 175, per un totale di 20.190. I guariti/dimessi sono 177.832 (+4.985), di cui 7.558 dimessi e 170.274 guariti. I ricoveri in terapia intensiva crescono di 15 unità a 930, quelli non in terapia intensiva di 13 a 8.304.

VALLE D’AOSTA

Sono sette i decessi di pazienti affetti da coronavirus nelle ultime 24 in Valle d’Aosta, mentre i nuovi positivi sono 155. E’ quanto si legge nel bollettino dell’Unità di crisi (in base ai dati Usl). Il totale delle vittime dall’inizio della pandemia sale a 278 (132 nella ‘seconda ondata’). I guariti sono 103, mentre gli attuali contagiati sono 2.080. Le persone sottoposte a tampone sono state 306. Infine i ricoverati sono 148 di cui 10 in terapia intensiva.

PIEMONTE

Oggi l`Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti guariti sono complessivamente 62.074 (+4.465 rispetto a ieri) così suddivisi su base provinciale: Alessandria 5.666, Asti 3.074, Biella 1.949 Cuneo 7.084 Novara 4.525, Torino 35.004, Vercelli 2.326, Verbano-Cusio-Ossola 1.803, extraregione 326, oltre a 317 in fase di definizione. Sono 88 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall`Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 11 verificatisi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).Il totale è ora 5.419 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 841 Alessandria, 322 Asti, 266 Biella, 590 Cuneo, 508 Novara, 2.393 Torino, 280 Vercelli, 168 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 51 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 144.038 (+ 3.861 rispetto a ieri, di cui 1.273 (33%) sono asintomatici). I casi sono così ripartiti: 965 screening, 1.402 contatti di caso, 1.494 con indagine in corso; per ambito: 373 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 227 scolastico, 3.261 popolazione generale. La suddivisione complessiva su base provinciale diventa: 12.452 Alessandria, 6.564 Asti, 5.076 Biella, 18.643 Cuneo, 10.841 Novara, 78.293 Torino, 5.443 Vercelli, 4.490 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 839 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.397 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I ricoverati in terapia intensiva sono 393 ( + 3 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 5.225 (+ 78 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 70.927. I tamponi diagnostici finora processati sono 1.386.198 (+ 21.513 rispetto a ieri), di cui 731.191 risultati negativi.

Leggi anche:
Coronavirus, non calano i nuovi contagiati ma meno vittime. Boccia: tra 15 giorni Italia tutta gialla

TRENTINO ALTO ADIGE

Otto decessi e 736 nuovi casi positivi: è il bilancio dell’epidemia da coronavirus nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Il totale delle vittime del Covid-19 in provincia di Bolzano sale così a 446, mentre i casi di infezione accertati dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 20.117. Gli ultimi 736 positivi sono stati rilevati sulla base di 3.286 tamponi valutati, di cui 1.106 nuovi test. I pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 329; altri 139 sono assistiti nelle strutture private convenzionate. In terapia intensiva si trovano 38 pazienti Covid-19. Inoltre, 111 persone sono in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in isolamento domiciliare sono 10.239 (ieri erano 10.570), delle quali 10 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta. I guariti sono 8.160 (421 in più rispetto ad ieri), ai quali si aggiungono 1.200 persone (18 in più) che avevano un test dall’esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test.

VENETO

Sono 3.468 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore, 116.156 in totale dello scorso 21 febbraio ad oggi. Salgono a 2.294 i ricoverati totali, +52 rispetto a ieri, ma calano a 286 i posti letto occupati nelle terapie intensive (meno 10 rispetto a ieri). Sessantasei i morti nelle ultime 24 ore, 3.123 in totale dall’inizio dell’emergenza.

EMILIA-ROMAGNA

Dall`inizio dell`epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 100.344 casi di positività, 2.533 in più rispetto a ieri, su un totale di 22.307 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell`11,3%, stabile rispetto a ieri (1,4%). Questo mentre si registrano 47 nuovi decessi. Secondo la rilevazione settimanale della Cabina di Regia nazionale, l`indice di trasmissione del contagio (Rt), in Emilia-Romagna scende a 1,14. E` il quarto calo consecutivo, dopo quelli delle tre settimane precedenti (rispettivamente: 1,63, 1,57, 1,4). L`età media dei nuovi positivi di oggi è 45,8 anni. Su 1.036 asintomatici, 391 sono stati individuati grazie all`attività di contact tracing, 161 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 10 con gli screening sierologici, 16 tramite i test pre-ricovero. Per 458 casi è ancora in corso l`indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province dell`Emilia-Romagna vede Modena con 625 nuovi casi, Bologna con 534, Reggio Emilia con 363, Piacenza (309), Ravenna (158), Parma (125), Rimini (109) e Ferrara (101). Poi l`area di Imola (80), Cesena (68) e Forlì (61). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 22.307 tamponi, per un totale di 1.957.785. A questi si aggiungono anche 3.776 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 62.934 (1.928 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 60.156 (+1.883 rispetto a ieri), il 95,5% del totale dei casi attivi.

LIGURIA

In Liguria nelle ultime 24 ore sono stati registrati 761 nuovi casi di Coronavirus e 29 decessi. Lo ha reso noto la Regione Liguria, precisando che da ieri sono stati effettuati 5647 tamponi. Le vittime avevano un età compresa tra i 63 e i 92 anni. Al momento in tutto il territorio ligure sono 1410 le persone ricoverate in ospedale, 28 meno di ieri, di cui 120 in terapia intensiva, mentre sono 16.194 quelle positive e 13.130 quelle sottoposte a sorveglianza attiva.

TOSCANA

In Toscana sono 90.884 i casi di positività al coronavirus, 2.207 in più rispetto a ieri (1.471 identificati in corso di tracciamento e 736 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 7,4% e raggiungono quota 34.894 (38,4% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.421.783, 18.442 in più rispetto a ieri, di cui il 12% positivo. Sono invece 8.340 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 26,5% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.687 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.869, -0,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.087 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 295 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un’età media di 79,4 anni. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. L’età media dei 2.207 casi odierni è di 49 anni circa (il 10% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più).

UMBRIA

Leggi anche:
Wuhan, un anno dopo: come si vive fuori dall'incubo Covid 19

Scendono i ricoverati Covid negli ospedali dell’Umbria, 436, dieci in meno di ieri, 71 dei quali in terapia intensiva (erano 76), ma i dati aggiornati della Regione registrano anche un record per le vittime, 21, 314 dall’inizio della pandemia. I nuovi positivi emersi nelle ultime 24 ore sono stati 394, 20.961 dall’inizio della pandemia, e 390 i guariti, 9.274. Con gli attualmente positivi a quota 11.373, 17 meno di ieri. Analizzati nelle ultime 24 ore 3.703 tamponi, 380.989, con un tasso di positività del 10,6% (ieri era il 10%).

ABRUZZO

In Abruzzo soni 705 i nuovi casi di positività al Covid 19 su 4648 tamponi effettuati. Sono invece 18 i nuovi decessi 8 dei quali segnalati solo oggi al servizio medico regionale. Sono complessivamente 22547 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 705 nuovi casi di età compresa tra 5 mesi e 97 anni. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 102, di cui 43 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 20 in provincia di Chieti, 15 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 18 nuovi casi e sale a 739 (di età compresa tra 63 e 95 anni, 5 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo), 8 casi sono riferiti a decessi avvenuti nelle scorse settimane e comunicati solo oggi dalle Asl.
Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 6430 guariti (+171 rispetto a ieri). I positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei guariti e dei deceduti, sono 15378 (+516 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 366943 test (+4648 rispetto a ieri); 661 pazienti (+3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 75 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 14642 (+512 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 7387 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+301 rispetto a ieri), 4334 in provincia di Chieti (+86), 4498 in provincia di Pescara (+102), 5911 in provincia di Teramo (+209), 216 fuori regione (+1) e 201 (+6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

MARCHE

Sono 512 le positività al coronavirus rilevate nelle ultime 24 ore nelle Marche su un totale di 3.367 tamponi: la percentuale positivi/tamponi è del 29,68% se si considerano solo i test del percorso nuove diagnosi e del 15,2% invece del totale dei tamponi che ne comprende anche 1.642 del percorso guariti. Il numero più alto di casi nell’ultima giornata, fa sapere il Servizio Sanità della Regione, si è registrato in provincia di Macerata (158); seguono le province di Ancona (145), Pesaro Urbino (113), Ascoli Piceno (47), Fermo (46); tre i contagi da fuori regione). I casi comprendono 77 soggetti sintomatici. Ci sono inoltre contatti in setting domestico (117), contatti stretti di casi positivi (148), contatti in setting lavorativo (29, in ambienti di vita/socialità (31), in setting assistenziale (4), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (16), screening percorso sanitario (6 casi rilevati) e due rientri dall’estero. Per altri 82 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.

LAZIO

Diminuiscono i nuovi positivi al coronavirus nel Lazio. “Oggi, su quasi 27mila tamponi, si registrano 2.667 casi”, rende noto l’assessore alla Sanità regionale, Alessio D’Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.697 su oltre 27mila tamponi eseguiti. Si riduce anche il numero dei morti: oggi sono 41 a fronte dei 61 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 421.

BASILICATA

In Basilicata ieri sono stati processati 2.087 tamponi per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 232 (e fra questi 218 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Nella stessa giornata sono guarite 36 persone (di cui 35 residenti in Basilicata) e sono decedute 3 persone: 1 di Policoro, 1 di Picerno, 1 di Potenza. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.772 (4.592 all’ultimo aggiornamento, a cui si aggiungono 218 positività di residenti e si sottraggono 35 guarigioni di residenti e 3 decessi) e di questi 4.591 si trovano in isolamento domiciliare. Ai positivi vanno aggiunti nel complesso: 104 deceduti; 974 guariti ed altre 118 persone, fra stranieri e residenti in altre regioni italiane che si trovano in isolamento in Basilicata e cittadini lucani positivi in isolamento in altre regioni. Sono 181 le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane: a Potenza 39 pazienti sono ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 15 in Terapia intensiva, 25 in Pneumologia e 17 in Medicina d’urgenza dell’ospedale San Carlo; a Matera 61 persone si trovano nel reparto di Malattie infettive, 12 in Terapia intensiva e 12 in Pneumologia dell’ospedale ‘Madonna delle Grazie’. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 136.301 tamponi, di cui 129.298 risultati negativi.

Leggi anche:
Coronavirus, Brusaferro (Iss): "Sarà un Natale Covid"

PUGLIA

In Puglia, sono stati registrati 10.102 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.456 casi positivi: 478 in provincia di Bari, 91 in provincia di Brindisi, 187 nella provincia BAT, 405 in provincia di Foggia, 175 in provincia di Lecce, 115 in provincia di Taranto, 10 residenti fuori regione, 5 casi di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Lo fa sapere la Regione Puglia sottolineando che ci sono stati registrati 16 decessi: 4 in provincia di Bari, 1 in provincia di Brindisi, 2 in provincia BAT, 7 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 702.823 test; 10.240 sono i pazienti guariti. 29.434 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 40.803, così suddivisi: 15.981 nella Provincia di Bari; 4.597 nella Provincia di Bat; 2.799 nella Provincia di Brindisi; 9.436 nella Provincia di Foggia; 3.136 nella Provincia di Lecce; 4.562 nella Provincia di Taranto; 292 attribuiti a residenti fuori regione. I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

CAMPANIA

In Campania nelle ultime 24 si sono registrati 4.226 casi di positività al Covid-19, di cui 3.633 asintomatici e 593 sintomatici, sono stati 25 i decessi e 1.395 i guariti. A comunicarlo l’Unità di crisi della Regione. I contagi da inizio pandemia sono 129.502, mentre le persone decedute salgono a 1.217, il totale dei guariti è 29.293. I tamponi processati complessivi sono 1.383.104, di cui 27.649 eseguiti ieri.
Il report dei posti letto su base regionale è così distribuito: quelli in terapia intensiva disponibili sono 656, di cui 201 occupati; i posti di degenza disponibili, tra posti letto Covid e offerta privata, sono 3.160 di cui 2.244 occupati.

CALABRIA

“In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 330.399 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 337.603 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 13.027 (+515 rispetto a ieri), quelle negative 317.372”. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: i decessi dall’inizio dell’emergenza sono 213 (+11 rispetto a ieri). Nel bollettino, infine, la Regione riferisce che “dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 240. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione civile”.

SICILIA

Sono 1.634 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 10.020 tamponi effettuati. Sono 43 i decessi, che portano il totale a 1.098. Con i nuovi casi salgono a 34.756 gli attuali positivi con un incremento di 1.175. Di questi 1.779 sono i ricoverati, 7 in più rispetto a ieri: 1.537 in regime ordinario e 242 con due rispetto a ieri. In isolamento domiciliare sono 32.977. I guariti sono 416. I nuovi positivi sono così distribuiti per province: Palermo 574, Catania 404, Messina 186, Ragusa 109, Trapani 89, Siracusa 25, Agrigento 82, Caltanissetta 63, Enna 102.

SARDEGNA

Sono 17.578 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell`ultimo aggiornamento dell`Unità di crisi regionale si registrano 581 nuovi casi, 226 rilevati attraverso attività di screening e 355 da sospetto diagnostico. Si registrano 5 decessi (367 in tutto): quattro uomini e una donna, in età compresa fra 63 e 93 anni. Le vittime: 3 residenti nel nord Sardegna e 2 nella Città Metropolitana di Cagliari. In totale sono stati eseguiti 339.997 tamponi con un incremento di 4.354 test. Sono invece 526 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+9 rispetto al dato di ieri), mentre è di 69 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.049. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 5.517 (+324) pazienti guariti, più altri 50 guariti clinicamente. Sul territorio, di 17.578 casi positivi complessivamente accertati, 3.675 (+119) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 2.822 (+114) nel Sud Sardegna, 1.396 (+36) a Oristano, 2.996 (+182) a Nuoro, 6.689 (+130) a Sassari.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti