Coronavirus, sempre meno contagiati ma si continua a morire. Superate 30 mila vittime

8 maggio 2020

Sempre meno contagiati ma purtroppo si continua a morire. Si può così sintetizzate l’odierno bollettino sul coronavirus diramato dalla protezione civile. In cifre, sono 87.961 i malati di coronavirus in Italia, in calo rispetto a ieri di 1.663. Nella giornata di ieri la diminuzione era stata di 1.904. Sono state superate le 30 mila vittime: sono infatti salite a 30.201, con un incremento di 243 in un giorno. Ieri l’aumento dei morti era stato di 274.

Saliti a 99.023 i guariti, con un incremento di 2.747 rispetto a ieri. Giovedì i pazienti dimessi e guariti erano stati 3.031. Prosegue anche oggi il calo dei ricoverati in terapia intensiva: sono 1.168 i pazienti nei reparti, 143 in meno rispetto a ieri. In Lombardia sono 400, 80 meno di ieri. Le persone ricoverate con sintomi sono invece 14.636, con un decremento di 538 rispetto a ieri. Infine, sono 72.157 le persone in isolamento domiciliare, 982 in meno rispetto a ieri.

SCARICA DATI PER PROVINCIA

Intanto, l’Inail denuncia che in Italia ad oggi ci sono stati oltre 37mila contagi da Covid-19 sul posto di lavoro. Il report dell Istituto, al 4 maggio 2020 registra 9mila infezioni in più rispetto al 21 aprile. I casi mortali sono 129 (31 in più rispetto alla prima rilevazione), con prevalenza degli uomini (82,2% del totale) rispetto alle donne (17,8%). Tra i contagiati per la maggior parte si tratta di personali sanitario e socio-assistenziale: medici, infermieri, terapisti e operatori socio sanitari con il 73,2% dei casi e il 40% di esiti mortali provenienti da ospedali e strutture equiparate. Otto casi su 10 sono nel Nord-Ovest d’Italia, con il primato negativo che spetta alla Lombardia, con il 34,2% delle denunce e quasi il 43% dei decessi. Seguono Piemonte (14,9%), Emilia Romagna (10,0%), Veneto (8,9%), Toscana (5,8%) e Liguria (4,2%). L età media dei contagiati è di 47 anni per entrambi i sessi, ma sale a 59 anni (58 per le donne e 59 per gli uomini) se si concentra l attenzione sui casi mortali. Più del 20% dei casi mortali, inoltre, ricade nella fascia di età oltre i 64 anni.

LE REGIONI

Leggi anche:
Russia: primo lotto vaccino anti-Covid entro 2 settimane

Sono 87.961 i malati di coronavirus in Italia, in calo rispetto a ieri di 1.663. Nella giornata di ieri la diminuzione era stata di 1.904. Il dato è stato fornito dalla Protezione civile. Nel dettaglio – secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile -, i dati attualmente positivi sono 31.983 in Lombardia (-32), 14.107 in Piemonte (-362), 7.730 in Emilia-Romagna (-281), 6.187 in Veneto (-347), 4.592 in Toscana (-124), 3.176 in Liguria (-72), 4.328 nel Lazio (-20), 3.238 nelle Marche (-9), 2.012 in Campania (-127), 872 nella Provincia autonoma di Trento (-38), 2.733 in Puglia (-67), 2.127 in Sicilia (+0), 911 in Friuli Venezia Giulia (-16), 1.713 in Abruzzo (-57), 502 nella Provincia autonoma di Bolzano (-49), 119 in Umbria (-22), 553 in Sardegna (-30), 123 in Valle d’Aosta (-7), 619 in Calabria (-14), 152 in Basilicata (-3), 184 in Molise (+14). Quanto alle vittime, sono in Lombardia 14.839 (+94), Piemonte 3.305 (+23), Emilia Romagna 3.797 (+31), Veneto 1.627 (+38), Toscana 930 (+15), Liguria 1.265 (+11), Lazio 549 (+6), Marche 954 (+6), Campania 386 (+7), Provincia autonoma di Trento 438 (+0), Puglia 443 (+2), Sicilia 253 (+2), Friuli Venezia Giulia 308 (+0), Abruzzo 351 (+3), Provincia autonoma di Bolzano 289 (+3), Umbria 71 (+1), Sardegna 119 (+0), Valle d’Aosta 139 (+0), Calabria 90 (+1), Basilicata 26 (+0), Molise 22 (+0). I tamponi effettuati sono 2.445.063, con un incremento di 63.775 rispetto a ieri. Le persone sottoposte a tampone sono 1.608.985.

Leggi anche:
Covid-19, Russia primo Paese al mondo a registrare il vaccino

I NUMERI ALL’8 MAGGIO

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti