Covid-19, Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna in area bianca

Covid-19, Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna in area bianca
28 maggio 2021

Sono 3.738 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia e 126 i decessi. È quanto emerge dall’odierno bollettino del ministero della Salute. Ieri i nuovi casi erano stati 4.147, i morti 171. Sono 249.911 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore contro i 243.967 di ieri. In calo il tasso di positività: 1,5% contro l’1,7% di ieri. In miglioramento sono anche i dati degli ospedali: sono 1.142 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, in calo di 64 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 41 (ieri erano stati 38). Sono invece 7.192 i pazienti ricoverati con sintomi nei reparti ordinari, 515 in meno nelle ultime 24 ore. Intanto, il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, ha firmato una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 31 maggio. Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna passano in area bianca. Tutte le altre regioni e province autonome sono in area gialla.

Rezza: situazione migliore ma varianti consigliano prudenza

Nell’analisi del monitoraggio settimanale della Cabina di regia, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha spiegato: “La variante inglese è quella più circolante ed è pari all’88% dei casi; è al 7,3% quella brasiliana in lieve aumento, la sudafricana rimane stabile, l’indiana circola ed è pari all’1% dei casi e la nigeriana è allo 0,8%. In tutte le regioni – ha aggiunto – è dominante la variante inglese, ma ci sono focolai delle varianti indiane in alcune regioni rapidamente identificati e la nigeriana è presente nel centro Italia”.

Mentre per il direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, “continua a migliorare la situazione epidemiologica nel nostro paese e l’incidenza di casi di Covid-19 è ormai al di sotto di 50 x 100 mila abitanti, ovverosia al di sotto di quella soglia che permette il ritorno al tracciamento e al contenimento dell’infezione”. “Anche le Rt è in diminuzione – ha aggiunto – intorno a 0,72 quindi ben al di sotto dell’ unità. Per quanto riguarda il tasso di occupazione dei posti di area medica e terapia intensiva, siamo intorno al 14-15%, quindi al di sotto della soglia critica. Naturalmente, visto che siamo in un periodo di riaperture, vista anche la continua circolazione di varianti virali, è bene continuare a mantenere comportamenti individuali ispirati alla prudenza”.

Leggi anche:
Incontro Blinken-Lavrov, tensione altissima Usa-Russia su Ucraina

Ema autorizza vaccino Pfizer/BioNTech per 12-15 anni

Dopo Canada e Stati Uniti, anche l’Unione Europea ha dato il via libera alla vaccinazione degli adolescenti contro il Covid. L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha autorizzato il vaccino Pfizer/BioNTech’s Comirnaty, già autorizzato per gli over 16, anche per la fascia d’età 12-15 anni.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti