Dovizioso, Marquez e Rossi: parlano i protagonisti

Dovizioso, Marquez e Rossi: parlano i protagonisti
Marc Marquez e Andrea Dovizioso
29 ottobre 2017

Vittoria e Mondiale riaperto per Andrea Dovizioso che ha vinto il Gran Premio della Malesia. Per il pilota della Ducati ora i punti di distacco dal leader Marc Marquez è di 21 punti. “È stata più difficile del previsto, ma erano condizioni diverse dalle prove, con più gomma sull’asfalto – spiega Dovizioso – Mi sono preoccupato a un certo punto anche di cadere, ma avevo un buon ritmo e la moto sul bagnato andava benissimo. Io e Jorge abbiamo fatto la differenza e lottato, avevo il tempo per cercare di recuperare la situazione anche contro Zarco che all’inizio è stato molto veloce. Alla fine credo che neanche Jorge abbia voluto fare cose da matto. È stato uno strapotere Ducati”. Sugli ordini di squadra invece esclude ogni aiuto da parte di Lorenzo: “Non so di messaggi partiti e ricevuti, ma io non sono un tipo politico che va a chiedere queste cose: sembra strano in questo mondo con spinte di soldi e sponsor, ma forse non è ancora chiaro che tipo di persona io sia. Non abbiamo parlato di queste cose a tavolino, né pianificato alcunché, io ho solo pensato a centrare i 25 punti: alla fine non ci siamo presi grossi rischi quando forse avevamo entrambi carte da giocare”.

Leggi anche:
Spadafora: "Dal 7 ottobre apertura stadi in percentuale"

LORENZO Con il secondo posto nel Gran Premio della Malesia Jorge Lorenzo ha ottenuto il suo miglior risultato da quando è in Ducati. “In staccata, soprattutto quelle dure, mi pattinava un po’ la ruota ed è lì che Andrea mi ha passato – spiega lo spagnolo -. Ho fatto un errore, ma dopo non ho spinto troppo, ho sempre cercato di stare dietro alla sua ruota e non volevo fare cose stupide: se fossi stato più vicino, a 2 decimi, ci avrei provato, ma ero distante a mezzo secondo e non era il caso di far rischiare ad Andrea un caduta. È andata bene così, è un altro podio. Avrei preferito una gara asciutta, ma ho visto che sul bagnato avevo subito un bel ritmo e sono andato bene: sono progressi che possono andar bene a Valencia, ma anche in futuro”.

MARQUEZ Sfida Mondiale rinviata a Valencia per Marc Marquez. Il pilota spagnolo della Honda ha chiuso il Gp della Malesia al quarto posto, non riuscendo così a chiudere il discorso titolo, visto Dovizioso, oggi vittorioso, ha ridotto il distacco a 21 punti con una gara ancora da correre. “Oggi la gara è stata la più difficile che avremmo potuto avere per il Campionato perché avevamo condizioni di pioggia e la pista era estremamente scivolosa. – spiega Marquez – Comunque, ho avuto un buon inizio e ho cercato di spingere dall’inizio perché non volevo essere bloccato al centro del gruppo. Poi ho cercato di trovare il ritmo ma ho visto che entrambe le Ducati erano molto veloci, quindi ho deciso di non prendere troppi rischi, di essere calmo e di ottenere buoni punti per il Campionato”. Lo spagnolo non ha voluto correre rischi: “Ho pensato a cercare di prendere Zarco ma il rischio era troppo grande solo per avere un vantaggio di 24 punti invece di 21. Questa non era la gara per vincere il titolo ma piuttosto per avvicinarsi. Sono contento perché dopo un week-end difficile, in una pista dove abbiamo sempre faticato, siamo riusciti a finire al quarto posto. Certamente ora dobbiamo mantene la concentrazione, allenarci bene questa settimana e lavorare per essere al 100% la domenica di Valencia senza distenderci troppo con il vantaggio che abbiamo. Oggi abbiamo vinto il titolo Costruttori, e questo è il primo passo” conclude Marquez.

ROSSI Soltanto un settimo posto per Valentino Rossi nel Gran Premio della Malesia. Per il pilota della Yamaha la gara è stata condizionata dalla pioggia che ha mischiato le carte: “Siamo stati un po ‘sfortunati con il tempo perché penso che sull’asciutto avremmo potuto essere competitivi – spiega il Dottore – Volevamo fare una buona gara perché siamo arrivati qui freschi dal podio di Philip Island ed era buono provare a rimanere in cima, ma la pioggia non ci ha aiutato”. “Purtroppo oggi non eravamo anche abbastanza forti con questa moto sul bagnato. Abbiamo avuto molti problemi ma sono riuscito a lottare per tre quarti della gara. Dobbiamo capire la situazione e cercare di migliorare. Ora vedremo cosa succede a Valencia. È un’altra gara importante e una pista difficile, ma vedremo. Cercheremo di essere competitivi” conclude Rossi.

VINALES “Pensavo di fare un grosso passo in avanti sul bagnato dopo Phillip Island, e in effetti mi sono sentito veramente bene durante le seconde libere. Nella gara invece è stata una sensazione assolutamente diversa”. Commenta così Maverick Vinales il nono posto nel Gran Premio della Malesia. Lo spagnolo della Yamaha, ha provato a spiegare cosa non ha funzionato in gara oggi: “Perdevo la parte posteriore in curva, quindi era molto difficile ottenere un buon ritmo. Comunque, devo mantenere quanto di buono visto nelle seconde libere e nella gara in Australia e non pensare troppo alla gara di oggi, perché abbiamo avuto qualche problema, ma siamo stati veloci in altre sessioni”. Infine lancia la sfida per l’ultimo Gp, quello di Valencia: “Penso che Valencia sia una buon circuito. In realtà, nel warm-up abbiamo trovato un’impostazione che mi dà molta fiducia. Sono molto felice di questo, anche perché so che abbiamo una buona occasione a Valencia, perché è una pista che mi piace e dove sono sempre stato veloce. Vedremo cosa succederà e cercare di completare la gara nel miglior modo possibile”.

Leggi anche:
Procura Figc apre inchiesta su esame "farsa" Suarez

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti