Facebook cambia policy, stretta su contenuti politici

Loading the player...
27 giugno 2020

Facebook cambia policy sulla diffusione di contenuti politici inneggianti l’odio nell’anno delle elezioni presidenziali americane. Mark Zuckerberg dal suo profilo ha annunciato che segnalerà i post dei politici che violano le regole del social. Il fondatore di Facebook ha dichiarato che aggiungerà dei tag ai post che sono “degni di nota” ma violano le regole della piattaforma perché contengono contenuti d’odio.

Dunque l’azienda non rimuoverà i post visto che comunque li ritiene contenuti “news-worthy”, ovvero rilevanti per il pubblico dibattito e per la stampa, ma comunque saranno segnalati con un tag specifico. Verrà permesso agli utenti condividere questi post ma verranno etichettati come contenuti di odio”. La decisione di Mark Zuckerberg, segue quella presa da Twitter, che di recente ha iniziato ad aggiungere etichette ai tweet di Donald Trump e altri politici americani segnalando se sono in violazione delle proprie regole.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Perché Israele ha frenato su annuncio annessione della Cisgiordania


Commenti