Funerali di Floyd, Trump scatenato su Twitter. E riprende i comizi

Funerali di Floyd, Trump scatenato su Twitter. E riprende i comizi
Donald Trump
9 giugno 2020

Donald Trump si scatena su Twitter nel giorno dei funerali di George Floyd a Houston. E il senso delle sue parole è fin troppo chiaro: “Avrei dovuto lasciare che la polizia facesse il proprio lavoro e mandare la Guardia Nazionale il primo giorno, non il quarto!”. Parole pesanti come macigni a commento di un video che il presidente ha ritwittato, ma chi lo ha postato, ha scritto così: “Minneapolis, sembrano le conseguenze di una guerra”.

Il capo di stato e candidato repubblicano alla corsa elettorale che si concluderà il 3 novembre, inizia ad annaspare nei sondaggi, contro Joe Biden capofila in pectore per il fronte democratico. Ma ormai i nemici per Trump non sono soltanto nelle fila dem. Anche al Pentagono è lunga la lista di generali, nonché uomini di spicco del Grand Old Party. E per questo Trump torna all’attacco – a pochi minuti dalle esequie di Floyd – dell’ex capo del Pentagono James Mattis, che lo aveva accusato di minare la costituzione invocando l’uso dell’esercito contro le proteste per la morte dell’afroamericano ucciso dalla polizia: “Mattis è stato uno dei generali più sopravvalutati del nostro Paese. Ha parlato un sacco ma non ha mai ‘portato a casa la pagnotta’. È stato terribile! Un giorno racconterò la vera storia su di lui e su altri, sia buoni che cattivi!”.

Leggi anche:
Lazio-Udinese 1-3, colpo dei friulani all'Olimpico

A questo punto, dato i sondaggi non tanto confortanti e le elezioni presidenziali si avvicinano, il presidente statunitense vuole tornare al più presto – dopo lo stop obbligatorio a causa della pandemia di coronavirus – a tenere comizi: forse già la prossima settimana, come lui stesso ha ipotizzato su Twitter. “Grossa richiesta! Ripartiremo presto, forse la prossima settimana!” ha scritto Trump, ritwittando un messaggio in cui si chiedeva al presidente di tornare tra la gente.

Ieri, Politico ha scritto che il presidente ha intenzione di ripartire entro un paio di settimane, visto che i comizi sono diventati una parte molto importante della sua campagna elettorale; ora, poi, ha intenzione di prendersi il merito per l’ultimo rapporto sull’occupazione, che ha mostrato un mercato del lavoro sorprendentemente in ripresa dopo il crollo provocato dal coronavirus, e di dimostrare che l’America è sulla strada per “tornare più grande di prima”.

Stando a quanto riportato da Politico, il responsabile della campagna elettorale del presidente, Brad Parscale, sta ancora definendo dove e con quali misure di sicurezza tenere i comizi; dovrebbe poi presentare a breve le varie ipotesi a Trump. “Gli americani sono pronti a tornare in azione, così come il presidente Trump – ha detto Parscale – il grande ritorno americano è reale e le manifestazioni saranno enormi. Vedrete una folla e un entusiasmo che l’addormentato Joe Biden riesce solo a sognare”.

Leggi anche:
Al futuro Stadio Diego Armando Maradona, il Napoli travolge la Roma
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti